Marco Gnavolini, presidente Palio, solide per il futuro

Elezioni all'Ente, intervista con il presidente che racconta percorso condiviso con rioni

Marco Gnavolini, presidente Palio, solide per il futuro
Marco Gnavolini presidente Ente Palio de San Michele

Marco Gnavolini, presidente Palio, solide per il futuro

Abbiamo risolto, il problema della gestione e dell’iscrizione ai Libri Rionali, in sede di Consiglio Direttivo abbiamo deliberato di fare un anno zero per le iscrizioni secondo il nuovo regolamento, che ha portato una sostanziale apertura verso chi orbita intorno alle festa, come per esempio i figli dei Rionali. Abbiamo aggiornato con il necessario passaggio notarile anche lo stesso Statuto e il Regolamento dell’Ente Palio, che dopo piu’ di quindici anni aveva bisogno di una boccata d’aria fresca, in particolare in materia fiscale. È in corso un importante lavoro in sinergia con l’Amministrazione Comunale e con l’architetto Marco Castelli, incaricato di redigere il Nuovo Piano Regolatore Generale, per trovare le giuste e più opportune soluzioni, abbiamo raggiunto dei traguardi importantissimi grazie alla sensibilità del Sindaco Stefano Ansideri e dell’Amministrazione, i rionali di Moncioveta, hanno finalmente il proprio Rione a ridosso delle mura urbiche, nell’invidiabile location a due passi da piazza Togliatti(Piazza del Mercato) e da piazza Mazzini all’interno dell’area Petrini-Mignini Spa, siamo riusciti a fare inserire questo spazio sia nel programma di PRG, sia nel futuro piano di riconversione dell’Area Petrini. Di certo ci saranno da fare modifiche e migliorie, ma è già un grande passo in avanti.

Allo stesso modo è stato possibile trasferire la cucina di Portella in un area più adeguata, idonea e gratificante, così che non sia più penalizzata dallo spazio ridotto, dalla poca visibilità, e dalla troppa vicinanza alla Taverna del Rione Sant’Angelo. Abbiamo iniziato una fase di sicurezza nella gestione delle cucine, togliendo delle vere e proprie “bombe”  (i famosi “bomboloni” del gas) a ridosso delle Taverne, che sono, invece, state dotate di utenze singole e sicure allacciate alla rete di fornitura. Il nostro prossimo obiettivo è quello di inserire tutte le altre sedi, Taverne e Piazzali destinati alle cucine, all’interno del PRG, cercando di mantenerle nelle aree che oggi conosciamo, che sono la più importante fonte di risorse per i Rioni, inserirle nel Piano Regolatore significherebbe poter guardare al futuro con una certa tranquillità e con qualche certezza in più, ho chiesto personalmente di introdurre per 30 giorni l’anno, questo permetterà di redigere un business plain e un piano economico/finanziario di rientro e un piano commerciale dei rioni, in quanto le nostre capacità di rimborso sono legate alle attività che producono reddito,  questo è fondamentale come leva finanziaria in funzione di quello che andremo a chiedere come eventuale “aiuto economico.”

  • presentazione, riuscitissima per altro, nella Chiesa di Santa Croce, del volume sui 50 anni del Palio, a dimostrazione di quanto questa nostra festa sia parte integrante della società bastiola.
  • registrazione dei marchi e loghi sia dell’Ente Palio che dei Rioni, questo a salvaguardia della festa, anche e soprattutto alla luce di spiacevoli episodi, che hanno visto persone fingersi delegati dei Rioni e dell’Ente frodare le imprese.

Abbiamo, intrapreso un continuo e proficuo rapporto di collaborazione con la Regione Umbria, grazie anche al Delegato in seno al Consiglio Direttivo dell’Ente Palio e all’assessore Filiberto Franchi, che ci porterà a inserire al meglio la nostra Festa nella rivoluzione della regolamentazione di feste e sagre che sta operando la Regione stessa, chiedendo per motivata ragione il “Riconoscimento di evento storico tipologico”.  C’è, poi stata, la partecipazione dell’Ente Palio de San Michele al progetto ed alla costituzione della Fondazione Perugiassisi 2019 come membro del consiglio direttivo, che presentava la candidatura di Perugia a Capitale Europea della Cultura.

La rotatoria appena nata sarà inaugurata ed intitolata all’Ente Palio de San Michele, ed è un grandissimo riconoscimento a tutte quelle persone, maestranze che ininterrottamente da oltre 50 anni hanno fatto cultura e aggregazione  a Bastia Umbra, segnando la storia di questa città. L’allestimento che l’architetto progettista Gianluca Falcinelli, sta preparando sarà una sorpresa per tutti. Perciò intitolare questa rotatoria come simbolo di ingresso alla città, non può che essere un motivo di vanto per noi dell’Ente Palio e per tutti i rionali di Bastia Umbra.”

L’Ente Palio quest’anno ha investito notevolmente le sue energie nel progetto il “Palio incontra le scuole”, tanto che a giugno dell’anno scorso abbiamo anche partecipato al Festival della Scuola che si è svolto a Costano. Siamo già pronti per la nuova edizione in compagnia di tutti i bambini delle scuole elementari di Bastia, ed è un’emozione indescrivibile vedere con quanta carica, stimolo, vivacità, energia e spontaneità partecipano. La nuova linfa delle generazione future è determinante per il futuro di questa nostra bellissima manifestazione.

Abbiamo lavorato e investito come tutti gli altri anni in materia di sicurezza per la gestione della piazza, così come le cucine e tutti gli altri ambienti, a tale proposito preciso che  e’ stato predisposto un “Sistema di prevenzione e protezione di sicurezza Ente Palio” con la collaborazione di specifiche figure professionali, questo a portato ad avere: un piano di emergenza ed evacuazione, un piano di emergenza sanitaria, altresì oggi in piazza sono presenti a maggior tutela di tutti le seguenti figure: squadra di vigilanza pubblico spettacolo, squadra antincendio, squadra primo intervento e soccorso, squadra di evacuazione in caso di emergenza sismica – in caso di emergenza alluvione/allagamento – in caso di emergenza elettrica.

Ad oggi l’Ente Palio sulla base di quanto sopra esposto e descritto sta lavorando a pieno ritmo con un impostazione oramai consolidata e che a dato i suoi frutti, anche se ci sono importanti margini di miglioramento, tutti i luoghi interessati dalla nostra manifestazione sono coperti da assicurazione, questo per garantire a tutti la massima tranquillità di lavoro e aggregazione, inoltre dietro a preventivi e di conseguenza contratti stipulati con la scadenza di 2/3 anni con i nostri partners commerciali e tecnici, in breve tempo abbiamo ottenuto il  pareggio di bilancio tra rioni – Ente Palio. Nuova programmazione per le taverne cucine, in base alla nuova Legge Regionale, questo per permettere di non stravolgere il format della festa. A breve la presentazione del nuovo statuto Ente Palio e rioni, con un autonomia fiscale e di gestione delle finanze dei rioni e il riconoscimento giuridico della persona del Capitano, questo voluto fortemente dai rioni e deliberato dal Consiglio Direttivo dell’Ente. Da anni il Palio gode dell’alto “Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri” e da due anni ha anche ottenuto l’alto riconoscimento sempre dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per le attività e la promozione turistica svolta nel territorio che ne sottolinea il grande valore socio-culturale, a tale proposito abbiamo iniziato un rapporto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e nello specifico con la Direzione Generale del Turismo per la richiesta di contributo a fronte della Legge 4 marzo 1958 n.174 e Legge 4 agosto 1955 n.702;  per le manifestazioni, ad oggi siamo in attesa di risposte ma da comunicazioni ricevute siamo entrati in graduatoria per ottenere detto contributo (oramai la strada e’ stata aperta).

Nel 2013 la Segreteria dello Stato Pontificio, a nome di Papa Francesco, ha espresso con un documento ufficiale, la sua riconoscenza e la sua Benedizione. Le nostre giurie tecniche negli ultimi anni si sono composte con ottimi risultati da personalità dello spettacolo e del cinema a livello nazionale, che con la loro presenza hanno tributato un significativo omaggio alla manifestazione. Altra attività importante che ha deliberato il Consiglio Direttivo e’ la realizzazione dell’ archivio storico Ente Palio e rioni, a breve sarà presentato il manifesto ufficiale. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i collaboratori dell’Ente Palio, il coordinatore, i delegati, i quattro capitani, i tecnici del comune e tutte le figure professionali che si sono adoperate insieme a noi,  ringrazio la Parrocchia di San Michele Arcangelo che grazie al lungimirante Don Luigi Toppetti ha fondato questa singolare, unica e avvincente manifestazione. Un ringraziamento particolare anche alla Pro Loco di Bastia Umbra per la sua instancabile collaborazione e per aver condotto la guida del Palio de San Michele, fino al 1995.

In ultimo, ma non per importanza, una menzione speciale all’Amministrazione Comunale, oggi più che mai partner fondamentale per la realizzazione delle edizioni. Nello specifico il Sindaco Stefano Ansideri e gli Assessori Catia Degli Esposti, Francesco Fratellini e Filiberto Franchi per l’impegno dimostrato nel risolvere le varie problematiche di lavoro. Sono a disposizione dei rioni, dell’ Ente Palio e della cittadinanza, per continuare il lavoro svolto nel segno della continuità ed in funzione del rinnovamento….. perché ritengo che c’e’ ancora molto da fare per migliorarsi ed assicurare un futuro di grandi successi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*