Furti in abitazione e spaccio di cocaina, arrestati due stranieri

Furti in abitazione e spaccio di cocaina, arrestati due stranieri

Furti in abitazione e spaccio di cocaina, arrestati due stranieri

I Carabinieri del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo di Perugia hanno arrestato, nella flagranza di reato, due cittadini albanesi per il reato di furto in abitazione in concorso. Nel corso della serata di sabato, ai militari è stata segnalata la consumazione del reato in un’abitazione di Bastia Umbra, all’interno delle quale si erano introdotti malviventi dopo aver forzato una finestra. Le ricerche immediatamente scattate hanno portato all’individuazione di un veicolo sospetto.

I Carabinieri hanno così monitorato l’auto, procedendo al suo controllo, in sicurezza, solamente una volta giunta a Perugia.

La perquisizione veicolare e personale degli occupanti ha consentito di rinvenire 2750 euro in contanti, 5 anelli, 4 paia di orecchini, 2 bracciali e 2 collane, 3 occhiali di valore oltre ad attrezzature verosimilmente usata per accedere all’interno delle abitazioni, come torce, pinze, dischi per frollino e scalda collo. Parte della refurtiva rinvenuta è stata riconosciuta dalle vittime, per il resto sono in corso accertamenti finalizzati a comprendere i legittimi proprietari.

Le perquisizioni successivamente condotte presso le abitazioni dei due fermati hanno portato poi al sequestro di ricetrasmittenti e cerca frequenze – per effettuare le bonifiche veicolari ed ambientali – una smerigliatrice e di recuperare altri oggetti di provenienza sospetta, come orologi, collane, anelli e capi di abbigliamento.

Durante la perquisizione infine i Carabinieri hanno trovato abilmente occultato, in un vano creato “ad hoc”, un panetto di cocaina dal peso di oltre 600 grammi.

Gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Perugia Capanne, mentre proseguono le indagini volte a chiarire la responsabilità degli arrestati in merito ad altri furti commessi in questo capoluogo nei mesi scorsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*