In Via della Piscina Eden Rock tra una buca e l’altra riemerge la vecchia piscina, lettera in redazione

In Via della Piscina Eden Rock tra una buca e l'altra riemerge la vecchia piscina, lettera in redazione

In Via della Piscina Eden Rock tra una buca e l’altra riemerge la vecchia piscina, lettera in redazione

“Una questione che da diversi anni non riesce a spiegare”. Comincia così una lettera arrivata alla redazione di Bastia oggi e scritta di proprio pugno da un semplice cittadino “attento a quello che accade nel nostro territorio“.

C’è una via (non l’unica ndr) pericolosa. “Si tratta – scrive il cittadino – della via della Piscina Eden Rock, una delle zone élite di Bastia, nonché una delle più transitate per accedere a servizi sanitari, commerciali, uffici ed altro. Un rettilineo di circa 100 metri – spiega – costantemente pieno di ‘buche e buconi’ altamente pericolose per bici, moto e veicoli, devi fare lo ‘slalom’ se ci riesci per procedere e se piove allora sì che riemerge la ‘vecchia’ piscina Eden Rock!!!

E poi continua riportando le cose che non vanno

“Passano mesi e nessuno muove paglia, e se è vero che il privato (una ditta, fa il nome ma noi non lo riportiamo ndr) che deve ottemperare agli obblighi. Il pubblico, cioè l’amministrazione comunale, deve fare la sua parte, tenendo alta la barra, sollecitando energicamente richiamando alle sue responsabilità per il decoro e la sicurezza stradale dei cittadini”.

Dà alcuni consigli su quello che potrebbe essere fatto

Lì si deve grattare il manto e incatramare. Non otturare le buche che dopo 30 giorni ritorna come prima. Questa gestione ordinaria – continua – dei problemi del territorio come anche la segnaletica stradale o di piazze, è lasciata al tempo che trova, e che non è questione di soldi, perché la strada in questione alle casse comunali non costa nulla, quindi è inerzia o vedremo e faremo“.

E per finire conclude la lettera firmata dal libero cittadino di Bastia

Penso che qualcuno potrebbe essere accusato di procurata e persistente incuria di suolo tra pubblico/privato. Occhio signori che la città è stanca e questo vento che tira, chi amministra lo dovrebbe sapere, o fa finta di non sentirlo. Qualcuno faccia qualcosa per favore, cominciando dai vertici“.


2 Commenti

  1. sono talmente impegnati nel discutere i meriti di una cosa che si farà che si dimenticano di fare la manutezione ordinaria figuriamoci se la strada è privata…. l’uscita della superstrada (nonchè l’ingresso alla città) è lo specchio de la Bastia attuale!!!

  2. Condivido pienamente e sollecito l’amministrazione comunale a fare pressioni reali e concrete su chi deve ripristinare le minime condizioni di sicurezza e non ultimo il decoro urbano.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*