Nessun software salva l’hard-disk della vita, è morto Giancarlo Capitini

 
Chiama o scrivi in redazione


Nessun software salva l'hard-disk della vita, è morto Giancarlo Capitini
Giancarlo Capitini e Annarita Santificetur

Nessun software salva l’hard-disk della vita, è morto Giancarlo Capitini

di Morena Zingales
Per una vita ha salvato e rimesso in sesto le macchine degli altri, ma non è riuscito a formattare la sua macchina: sé stesso, la sua vita. E’ così il mitico Giancarlo Capitini di Computers Studio di Santa Lucia ( Bastia Umbra) ci lascia. Ha lottato tanto, ha cercato, con l’aiuto dei medici, della sua famiglia (Federico, il figlio, Annarita Santificetur, la moglie) e il suo più stretto collaboratore e amico (Osama Jauni) di reagire al male che anni fa lo aveva colpito, ma niente da fare. Non esiste nessun software che possa salvare l’hard-disk della vita.

  • Il suo corpo non ha retto più ed ha mollato, lasciando tutti nello sconforto più totale. Era ricoverato da 15 giorni in ospedale per una ricaduta, ma questa volta non si è più rialzato come aveva già fatto una volta.

Si era ripreso ed era tornato a lavorare. A gennaio scorso, prima dell’epidemia, era tornato nel laboratorio con diversi pc da rimettere in moto. In un batter d’occhio ha formattato, reinstallato e rimesso a nuovo un pc che non aveva intenzione di ripartire.

Non ho più lacrime da versare, dice la moglie Annarita Santificetur, che lo ha sempre seguito nel calvario della malattia.

Quando entravi in negozio e non lo vedevi dietro al bancone, lo chiamavi e lui spuntava dallo stanzino dove c’erano tutte le macchine che operava e con il suo sorriso di sempre ti accoglieva.
Parlare con lui della politica bastiola era sempre un divertimento, ne aveva da dire di cotte e di crude su tutti, nessuno escluso. E mentre il pc si riparava lui ti sussurrava a bassa voce una battuta sul politico di turno, e tra una risata e l’altra con amore riparava il tuo computer.

E ora caro Giancarlo da lassù continua a riparare tutti i computer del mondo, proteggi la tua famiglia e le persone care che ti volevano bene. In questo momento hanno bisogno di tanto conforto. Nuota libero e leggero, senza più nessun peso dentro, in quelle stupende acque dietro di te. Non ti dimenticheremo mai e grazie per aver riparato i nostri sistemi operativi: Bastia Oggi e Umbria Journal esistono anche grazie a te.

Con lui, a negozio, i suoi amici a quattro zampe.

  • Funerale domani alle 15 nella chiesa di Bastia Umbra

Le condoglianze dalla redazione, tutta, di Umbriajournal e Bastia Oggi.

3 Commenti

  1. che bruttissima notizia oggi!!! non avrei mai voluto leggere queste righe. un “buon viaggio” al mitico Brenco, amico di sempre, bastiolo vero, come pochi ormai rimangono!!!

  2. Ho avuto l’occasione di conoscerlo attraverso il Palio… Sant’Angelano DOC… Un abbraccio alla famiglia….che possa riposare in pace..

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*