Approvato Documento Programmatico del nuovo PRG

Tra le priorità il contenimento del consumo di suolo e l’efficienza energetica

Approvato Documento Programmatico del nuovo PRG. Martedì 28 giugno 2016 il Consiglio comunale ha approvato il Documento Programmatico del nuovo Piano Regolatore Generale di Bastia Umbra, ai sensi della Legge regionale n. 1/2015. Il documento è stato approvato a maggioranza, con i voti favorevoli dei gruppi del centrodestra e del Consigliere Fabrizia Renzini (Gruppo misto), astenuto il Consigliere Marcello Rosignoli (gruppo M5Stelle), contrari quattro consiglieri del Pd. Si è così conclusa la prima fase del nuovo Piano Regolatore generale, con il documento programmatico messo a punto dai tecnici  urbanisti del Gruppo FOA di Milano e ARCO di Caravaggio, incaricato della redazione del nuovo PRG. La proposta del documento è stata presentata alla cittadinanza in una riunione pubblica il 26 febbraio 2016 al centro congressi di Umbriafiere. Ora, con l’approvazione dell’atto da parte del Consiglio comunale si apre una nuova fase partecipativa, non più su un’ipotesi, ma su un testo ufficiale. Saranno chiamati al confronto i soggetti qualificati, enti ed associazioni economiche, sociali e di categoria.

“Possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro finora compiuto – sottolinea il vicesindaco Francesco Frattellini, assessore all’Assetto del Territorio -. Soprattutto per aver concretizzato un documento essenziale per definire il nuovo Piano Regolatore Generale. Il documento indica alcune priorità ed obiettivi. Tra questi mi sembra opportuno ricordare il contenimento del consumo del suolo, un tema sul quale poco è stato fatto in passato, quando era molto intensa l’attività edilizia nel nostro territorio. Ora, più delle nuove costruzioni, l’impegno di tutti dovrà essere quello di saper riutilizzare l’esistente con l’intento di migliorarlo e valorizzarlo. Dovremo, inoltre, puntare sull’efficienza energetica e sulla rigenerazione ecologica. Tutti, argomenti di grande e pubblico interesse che potranno essere approfonditi negli incontri partecipativi che saranno organizzati”. Il Documento Programmatico è il primo atto ufficiale del nuovo PRG che rappresenta anche una base concreta per costruire il piano regolatore di Bastia Umbra, proiettata nel terzo millennio.

1 Commento

  1. Non mi sembra che ci sia il “contenimento del suolo pubblico”, se ancora si mantiene la possibilità di edificare su altri possibili 70 ettari di terreno agricolo. A Bastia,un po’per la crisi e un po’ per trasferimenti, ci sono migliaia di metri cubi da recuperare prima di impegnarne degli altri. Solo una pura miopia non si preoccupa di questo. Purtroppo si sta assistendo ad un immobilismo senza precedenti, il quale è doppiamente preoccupante considerando tutti i problemi che si stanno assommando e che rendono più diffioltosa la vita quotidiana dei cittadini. Quali sono i motivi di questo immobilismo? E quali sono i motivi della continua ostinazione a far diventare Bastia un città cementificata senza palesi urgenze?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*