Bastia Umbra, 8 marzo, al Cinema Teatro Esperia con l’Associazione RAV

 
Chiama o scrivi in redazione


BASTIA UMBRA – “Abbiamo già collaborato lo scorso anno per la festa della Donna con l’Associazione Rete Antiviolenza. Queste sono tematiche attuali da non sottovalutare. Ringrazio innanzitutto per aver costituito una sezione su Bastia. Ringrazio i dirigenti scolastici, ringrazio il nostro sindaco, Stefano Ansideri e le docenti”. Ha cominciato così il suo discorso l’Assessore alla cultura del comune di Bastia Umbra, Fabrizia Renzini, in occasione dell’incontro tenuto oggi, sabato 8 marzo 2014, al Cinema Teatro Esperia per la giornata internazionale della Donna.

“Oggi celebriamo la festa della donna, lo facciamo con la RAV (Rete Antiviolenza) lo faremo questa sera alle 21 con ospite la protagonista del film la Grande Bellezza. E’ una giornata dedicata alle donne, piccole e grandi, spiega Renzini. Non è così scontato celebrare la festa della donna, è più scontato regalare mimose. Alle donne bisogna regalare qualcosa di diverso, bisognerebbe regalare più rispetto, più amore, perché è questo quello che conta. Purtroppo – aggiunge l’Assessore – nel nostro paese ancora ci sono episodi che vanno a cozzare con quella che è la natura femminile e la bellezza, non solo estetica ma anche interiore di ogni donna, nel ruolo che riveste nella vita e nella società civile”.

In Italia – dice ancora Renzini – abbiamo fatto molto, è stata introdotta la legge sullo stalking, ma non è ancora abbastanza, ci sono atteggiamenti di omertà, atteggiamenti di non condivisione del problema. Oggi però viviamolo come una festa, non perché non vogliamo prendere coscienza di questi problemi e consapevolezza che ancora ci sono tra di noi. Smettiamo di tacere, portiamolo fuori il problema aiutiamoci e solo oggi teniamo un atteggiamento positivo che deve essere in festa. La donna – conclude l’Assessore – è bella va festeggiata 365 giorni all’anno. Oggi è solo l’input che ci deve dare la benzina al motore per ricordarci che in tutti gli altri 364 ancora esistiamo”.

Gli fa eco il Sindaco del comune, Stefano Ansideri: “Voglio ringraziare l’Associazione Contrasti che ha curato il tutto e sta diventando molto importante nel nostro territorio. Allacciandomi a quello che ha detto l’Assessore Renzini – aggiunge il Sindaco – il rispetto per le donne si inserisce in un argomento, in una funzione molto più importante quello del rispetto complessivo degli altri. Se non riusciremo ad avere questo rispetto degli altri, probabilmente non riusciremo a sistemare le cose del nostro paese che sono arrivate ad un livello estremamente basso. C’è bisogno di tutti. Ognuno di noi può fare qualche cosa di più, mettendo più impegno perché con l’impegno di tutti riusciremo a venir fuori da questa gravissima situazione economica. Un grazie agli insegnati, la dirigenza, all’associazione Rav e quindi un riconoscimento da parte mia a tutte le donne del mondo”.

 

2 Commenti

  1. Ringrazio a nome delle RAV di Bastia per l’articolo pubblicato sulla nostra iniziativa. Mi sarei aspettata, forse, venisse richiesto anche un nostro commento sul perchè di questo lavoro e l’importanza che questo ha per noi adulti per capire meglio la percezione che le bambine/ragazze e i bambini/ragazzi hanno della figura femminile e del suo ruolo nella società.
    Spero che questo possa avvenire in futuro.
    Grazie cordialmente
    Silvana Lavelli Rete delle donne Anti Violenza di Bastia Umbra

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*