Bastia Umbra, scuola primaria di XXV Aprile, inizio lavori nel 2014

 
Chiama o scrivi in redazione


BASTIA UMBRA – “E’ un successo questo progetto definitivo della scuola primaria di Largo XXV Aprile”. Lo ha annunciato il sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, questa sera 31 gennaio 2014, durante la seduta del Consiglio Comunale.
“Un progetto – ha aggiunto – che troverà la sua realizzazione, o almeno l’inizio, in questo anno. Stiamo aspettando il 13 febbraio, data del nuovo Consiglio in cui sarà approvato il bilancio di previsione del 2014 e, all’interno del quale, sarà previsto il finanziamento del primo stralcio di quella scuola”.

“Il percorso è stato travagliato – dice il Sindaco – chi ha memoria lunga, forse conosce tutta la storia. E’ ormai qualche decennio – continua Ansideri – che si era pensato di poter togliere dal terzo piano di un condominio, quella sezione della scuola primaria con la realizzazione di un plesso scolastico che andasse a servire quella parte del territorio di Bastia. I tentativi che sono stati fatti nel passato, ma non hanno prodotto risultati. Siamo invece arrivati noi a questa conclusione avendo peraltro percorso una strada, la più logica e la più giusta che ha garantito il rispetto di tutte quelle proprietà che in quell’area esistevano. E’ cambiato il sistema di ripartizione e valorizzazione di tutte le proprietà, facendo un’azione di spandimento di queste volumetrie su tutto il territorio interessato”.

“Novità importante – conclude il sindaco bastiolo – è che sarà la prima scuola in Umbria costruita con avanzate caratteristiche tecniche antisismiche, talmente avanzate, completamente rispettosa dell’ambiente e dotata delle tecnologie più moderne”.

A proposito della scuola di XXV Aprile interviene anche il Consigliere Pecci (PD): “Sentiamo questo ennesimo annuncio di realizzazione della scuola del XXV Aprile – dice – siamo ben contenti di portare avanti questo progetto. L’Amministrazione comunale ricorda sempre che fino adesso non era stato fatto nulla, in realtà vi era un progetto sostenibile. Adesso – aggiunge Pecci – attendiamo di vedere quello che è la proposta dell’Amministrazione comunale anche rispetto alle destinazioni pubbliche, private e alla parrocchia. E’ stato un percorso molto lungo che arriva a un mese e mezzo dalla scadenza della legislatura, quindi 5 anni”.

Il consigliere Pecci conclude il suo intervento dicendo: “Il progetto è arrivato al termine, un po’ in ritardo, speriamo che sia soddisfacente e che soprattutto sia sostenibile economicamente”.

Il progetto della nuova scuola primaria di XXV Aprile, collocata all’interno del piano San Marco è stato realizzato dall’architetto Francesca Cocchioni e, rispetto al progetto precedente, prevede l’ampliamento della scuola dell’infanzia e la previsione della scuola secondaria di primo grado.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*