Filiera Trasimeno per la prima volta ad Agriumbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Bastia Umbra – Agriumbria offre una chance al Trasimeno: presso il padiglione 8, allo stand 31, sarà possibile “atterrare” su un “hub” del Trasimeno, ovvero entrare in un ambito nel quale poter percepire l’intera filiera, dalle colture all’allevamento, ai prodotti finali, tutti provenienti dall’area del lago.

Il viaggio nell’hub del Trasimeno, che dal 27 al 29 marzo è possibile vivere a Bastia Umbra, si svolge attraverso questi quattro filoni principali: prodotti enogastronomici, prodotti zootecnici, prodotti biologici, altre produzioni.

I prodotti enogastronomici, tipici del Trasimeno, hanno avuto nuovo vigore da quando è stata sviluppata la coltura della fagiolina del Trasimeno che caratterizza in maniera emblematica le produzioni locali. La birra Lake, definita proprio “birra fagiolina”, nasce principalmente da questo prodotto e da altri prodotti agricoli del territorio costruendo, concettualmente e praticamente, un continuum, proprio una filiera “dalla terra alla tavola”.

I prodotti zootecnici sono elemento particolarmente significativo dell’area perché sono centrali nella filiera che vede, sia nelle produzioni agricole sia nelle carni, i cardini del settore. Un’ampia gamma di opportunità per tutte le tipologie di animali sono presenti in fiera grazie alla varietà delle colture cerealicole e non, che le pianure, al confine con la Toscana, mettono tradizionalmente a disposizione.

Non possono mancare i prodotti biologici, specialmente in ambito zootecnico, dopo che questo specifico settore, ancora di nicchia, si è sviluppato in campo enogastronomico. La produzione biologica si sta infatti sviluppando anche al Trasimeno e anche negli alimenti zootecnici, nei mangimi in particolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*