Lega Nord di Bastia Umbra, il tema ora è la Via Firenze il resto non conta

Social Housing area Franchi e sottopasso ferroviario o l’alternativa nella rivierasca questi i tempi da trattare

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega Nord di Bastia Umbra, il tema ora è la Via Firenze il resto non conta

Lega Nord di Bastia Umbra, il tema ora è la Via Firenze il resto non conta

da Lega Nord di Bastia Umbra
BASTIA UMBRA – La Lega Nord nella persona del coordinatore comunale Luigi Tardioli plaude all’idea di realizzare Social Housing presso l’area Franchi. Sinceramente prosegue Tardioli Luigi era una battaglia anche del compianto Michele Boccali che con il prestito d’onore sociale e il social housing ne aveva fatto uno dei punti fermi della gestione amministrativa. La casa è da sempre una componente cruciale per la qualità della vita delle persone, un bisogno complesso per tutti, e ancor di più per chi ha limitate capacità di reddito e per chi somma a questo anche altre fragilità, di natura più o meno temporanea.

I progetti di ‘social housing’ sono per una platea di beneficiari potenzialmente in grado di sostenere un canone calmierato e remunerare quindi l’investimento iniziale magari da un Fondo, anche se in misura contenuta Incentivare progetti con cenni di Cambiamento, tramite la creazioni di Borghi Sostenibili, e che Via Firenze diventi la Nuova Via Firenze: 

La Lega Nord vuole partecipare alle scelte strategiche e allo lo stato di avanzamento dei lavori di quell’area considerando anche la ventilata ipotesi di un investitore commerciale già presente in Bastia Umbra interessato, si dice, ad aprire in via Firenze. Il sottopasso e la riqualificazione di quell’area sono le uniche soluzioni al fumo di Londra di via Firenze presente in zona. Tardioli prosegue nella necessità di affrontare le positività del centro storico e delle famiglie in difficoltà aprendo un tavolo di centro destra che proponga il prossimo programma di mandato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*