Monetizzazione standard urbanistici, Consiglio Bastia adotta nuovi criteri

La delibera verrà approvata in via definitiva dal Consiglio comunale

Monetizzazione standard urbanistici, Consiglio Bastia adotta nuovi criteri

Monetizzazione standard urbanistici, Consiglio Bastia adotta nuovi criteri. Il Consiglio comunale, martedì 27 settembre 2016, tra gli argomenti esaminati all’ordine del giorno ha adottato con voto unanime la deliberazione con cui vengono rimodulati criteri e procedure  relative alla monetizzazione delle dotazioni territoriali e funzionali, ovvero gli standard delle opere di urbanizzazione relativi a parcheggi e verde pubblico.

La delibera comunale modificata risale al 2005, quando il Consiglio di allora intese dare la possibilità di monetizzare alcune opere di urbanizzazione  mediante monetizzazione utilizzando un criterio di concessione che, venendo incontro alla volontà del cittadino, richiedesse contributi monetari di notevole entità.  Si è arrivati a riconsiderare i criteri originali  sulla base di un’iniziativa del consigliere comunale Luigi Errico, della Lista ‘Ansideri Sindaco’, il quale rilevava che, per come era formulata la delibera originale, pochissime sono state le richieste di monetizzazione da parte dei cittadini che ritengono questa possibilità eccessivamente costosa, in rapporto alle superfici da monetizzare.

“Con i nuovi criteri – rileva il consigliere Errico – non solo saranno incrementate le entrate del Comune, grazie alle monetizzazioni più accessibili, ma ne trarrà beneficio tutta la comunità locale potendo ottenere interventi più razionali ed efficaci da parte del Comune in materia di parcheggi e verde pubblico”. Tra i criteri e le procedure modificate, alla base del nuovo sistema non è più il desiderio del singolo cittadino ad essere decisivo, ma il pubblico interesse. E’ previsto, ad esempio, che per una superficie inferiore a sessanta metri quadrati, la monetizzazione sia obbligatoria per i parcheggi e per il verde, tenuto conto che sia i posti auto che il verde pubblico, in superfici tanto piccole, diventerebbero insignificanti e quindi inutili.

La delibera verrà approvata in via definitiva dal Consiglio comunale, dopo la pubblicazione del testo adottato all’Albo Pretorio del Comune e l’esame delle eventuali osservazioni che saranno presentate dai cittadini.  

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
20 ⁄ 10 =