Nuovi parcheggi via Trentino, presentato progetto

 
Chiama o scrivi in redazione


Freddo a scuola, impianti in tilt e non scarso impegno Amministrazione
L'assessore Catia Degli Esposti

Nuovi parcheggi via Trentino, presentato progetto
Si prevedono settanta nuovi posti auto che troveranno collocazione in un’area, nei pressi della linea ferroviaria.

E’ stato presentato ieri, giovedì 17 marzo, nella scuola Primaria di Borgo I Maggio il progetto dei nuovi parcheggi in via Trentino Alto Adige e la sistemazione dell’impianto di pubblica illuminazione.
“Siamo ora in grado di soddisfare le esigenze più volte manifestate dai residenti e da coloro che per ragioni di lavoro operano in questa area – ha dichiarato il Sindaco Stefano Ansideri, introducendo i lavori dell’assemblea -. L’intervento progettato dai tecnici comunali risponde ad un’esigenza di razionalizzazione dell’uso degli spazi pubblici a Borgo I Maggio e di migliore utilizzazione dei servizi, con particolare attenzione alla tutela della sicurezza dei bambini dell’Infanzia in entrata ed in uscita dalla scuola in via Trentino.

Si prevedono, infatti, settanta nuovi posti auto che troveranno collocazione in un’area, nei pressi della linea ferroviaria. Attualmente, in alcuni momenti della giornata le strade dell’area sono intasate dalle auto parcheggiate lungo la via per soddisfare le esigenze della scuola ‘Umberto Fifi’ e del vicino impianto sportivo”.

Gli interventi dei cittadini, oltre a manifestare condivisione e soddisfazione per le soluzioni previste dal progetto, hanno evidenziato che l’intervento era iniziato già otto anni fa e poi abbandonato.

“I lavori del nuovo parcheggio e gli interventi su pubblica illuminazione e scarichi fognari – ha rilevato l’Assessore ai Lavori pubblici, Catia Degli Esposti – da noi previsti sono scritti nero su bianco nel progetto che presto troverà completa attuazione. La procedura di gara per l’affidamento dell’opera è già stata avviata e, a meno di imprevedibili impedimenti, i lavori dovrebbero essere portati a termine entro fine primavera. Stiamo studiando, inoltre, con il coinvolgimento della Polizia Locale, soluzioni alternative alla disciplina del traffico in quest’area del quartiere, prossima alla linea ferroviaria, con la possibilità di utilizzare nuovi sensi unici. Questa ipotesi trova impedimenti per la concreta utilizzazione a causa degli spazi ristretti della rotatoria del sottopasso ferroviario, che collega Borgo I Maggio con via San Rocco, dove di fatto non possono transitare autobus di grandi dimensioni”.

Nuovi parcheggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*