Portare l’Europa a Bastia incontro partecipato per la conoscenza dell’Unione, c’era David Sassoli

 
Chiama o scrivi in redazione


Portare l'Europa a Bastia incontro partecipato per la conoscenza dell'Unione, c'era David Sassoli

Portare l’Europa a Bastia incontro partecipato per la conoscenza dell’Unione

Grande partecipazione all’iniziativa organizzata dal Partito Democratico di Bastia sul tema “Portare l’Europa a Bastia” coordinata dai candidati consiglieri della lista PD Giacomo Giulietti e Roberta Lunghi, alla presenza del candidato sindaco Lucio Raspa, del professore Pippo Di Vita, e dai candidati alle elezioni europee David Sassoli e la spoletina Camilla Laureti. Nel corso dei vari interventi è stata sottolineata da un lato l’importanza di sviluppare un senso civico europeo attraverso una adeguata e corretta conoscenza dell’Unione Europea e delle sue funzioni, dall’altro la necessità di dare a Bastia una dimensione europea.

L’Europa può infatti rappresentare una grande risorsa

L’Europa può infatti rappresentare una grande risorsa ed opportunità per il rilancio di Bastia. È per questo che il candidato sindaco Raspa ha presentato, supportato da esempi concreti illustrati dal prof. Di Vita, uno dei punti programmatici fondamentali del programma dell’alleanza civico progresso di cui il PD è parte: lo Sportello Europeo.

Conoscere e far conoscere al territorio le opportunità

Conoscere e far conoscere al territorio le opportunità offerte dai numerosi programmi di finanziamento comunitari e dai fondi strutturali regionali, offrire un servizio di progettazione con personale specializzato, creare reti tra comuni e altre realtà associative o imprenditoriali rappresentano le reali e concrete opportunità che tale sportello offrirebbe alla nostra città.

La candidata umbra alle elezioni europee Camilla Laureti

La candidata umbra alle elezioni europee Camilla Laureti ha quindi offerto spunti di riflessione sull’importanza di un’amministrazione comunale di saper cogliere concretamente le opportunità di finanziamento offerte dall’Europa. Ha quindi concluso la serata un appassionato ed emozionante intervento del vicepresidente del Parlamento Europeo David Sassoli che pur ricordando la necessità di cambiare questa Europa, orientandosi verso un’Europa dei Popoli anziché degli Stati, ne ha difeso i valori e i principi fondanti che spesso diamo per scontati.

Ha sottolineato tra l’altro la fondamentale importanza, in un mondo globalizzato, di non chiudersi alle enormi potenzialità di un soggetto unitario forte e competitivo come l’unione di 28 Paesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*