Raccolta rifiuti organici Legambiente promuove Comune Bastia Umbra

Ottimi risultati nella raccolta dei rifiuti ‘organici’

 
Chiama o scrivi in redazione


Rifiuti Bastia, il Pd replica al vicesindaco Francesco Fratellini

Raccolta rifiuti organici Legambiente promuove Comune Bastia Umbra BASTIA UMBRA – La sezione umbra di Legambiente, associazione di ambientalismo scientifico, nel corso della Fiera ‘Fa’ la cosa giusta che si è tenuta ad Umbriafiere, ha reso pubbliche le conclusioni di un’analisi effettuata sulla frazione organica dei rifiuti urbani dei comuni umbri, basata sui dati tecnici elaborati dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione ambientale.

Legambiente ha annunciato che persto metterà a fuoco i dati relativi alle altre frazioni dei rifiuti urbani dei comuni. Intanto, però, rileva che i dati resi pubblici finora sulle percentuali di selezione della differenziata dei rifiuti organici non corrispondono al vero. Nei Comuni dove viene adottato il sistema ‘porta a porta di prossimità’ la quantità di materiale riversato correttamente nei cassonetti dei rifiuti organici risulta essere piuttosto bassa (da un minimo del 49 ad un massimo del 72%) , percentuale che invece sale nei Comuni che adottano il ‘porta a porta con i mastelli’, fino al 99%, e tra questi la migliore posizione è occupata da Bastia Umbra.

Legambiente, inoltre, ha rilevato che vengono scaricati moltissimi pannolini e pannoloni nei cassonetti dell’organico. “Un dato che dovrebbe inorgoglirci – rileva Francesco Fratellini, Assessore all’Igiene urbana di Bastia Umbra – per essere gli unici ad avere pienamente centrato gli obiettivi fissati.

Certo ci fa piacere constatare di avere ben valutato l’estensione a tutto il territorio comunale di Bastia Umbra dei mastelli per la frazione organica e contemporaneamente di aver separato pannolini e pannolini, che si raccolgono separatamente.

Ci preoccupa invece che i dati degli altri Comuni siano così negativi, perché dimostrano che c’è ancora molto da fare per arrivare ad un sistema efficiente, che richiederà ulteriore tempo. E’ proprio il tempo che ci manca – conclude Fratellini -, se vogliamo rendere operativi i comportamenti virtuosi dei cittadini umbri, come sono quelli dei bastioli ai quali va ascritto gran parte del merito per l’ottimo risultato conseguito”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*