Si introduce negli uffici di una cooperativa e ruba un portafoglio ed uno smartphone

Sottoposto a perquisizione personale gli veniva trovato indosso un martello frangivetro

 
Chiama o scrivi in redazione


Si introduce negli uffici di una cooperativa e ruba un portafoglio ed uno smartphone

Si introduce negli uffici di una cooperativa e ruba un portafoglio ed uno smartphone

BASTIA UMBRA – Un tunisino di 35 anni, nullafacente e pluripregiudicato, è stato arrestato a Bastia Umbra dalla Polizia di Assisi il 31 di gennaio scorso. L’africano, che risiede ad Assisi ed è clandestino e per questo sarà espulso dall’Italia, ha rubato un portafoglio e due smartphone all’interno di una cooperativa sociale bastiola. Il magrebino, che era stato visto entrare poco dopo l’ora di pranzo all’interno dei locali, è stato intercettato dalle operatrici. Vistosi scoperto si è dato alla fuga.

Al suo inseguimento si è messa una delle addette, mentre una collega ha chiamato 113. In un attimo il vicequestore aggiunto e commissario di Assisi, Francesca Domenica Di Luca, ha inviato una squadra volante. Gli agenti lo hanno rintracciato subito. Con sé il nordafricano aveva un martello frangivetro nascosto nella tasca sinistra del giacchetto.

Durante la fuga si era disfatto dei due smartphone e del portafoglio con all’interno 200 euro. Il tutto è stato recuperato e riconsegnato. Il malvivente, per il reato di furto aggravato è stato arrestato in flagranza di reato e processato con il rito direttissimo e posto ai domiciliari. Come detto, è clandestino e per questo sarà rimpatriato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*