Mancato ritiro rifiuti causa sciopero operatori Gesenu

non sono state ritirate le buste contenenti i rifiuti in plastica e i mastelli dell’umido

Mancato ritiro rifiuti causa sciopero operatori Gesenu
Vignetta PassePartout

Mancato ritiro rifiuti causa sciopero operatori Gesenu

In data odierna, causa sciopero degli operatori del gruppo  Gesenu, non sono state ritirate le buste contenenti i rifiuti in plastica e i mastelli dell’umido. Su comunicazione dell’azienda, il ritiro verrà effettuato domenica mattina per zona 4 poker secco, zona condomini 2 plastica e zona capoluogo 2 plastica; le zone organico verranno recuperate lunedì. Sul sito del gestore troviamo la seguente informazione: “Lo svuotamento dei contenitori, non effettuato a causa dello sciopero dell’11 Luglio, verrà recuperato Domenica 14 luglio, pertanto il contenitore dovrà essere esposto la sera del 13 luglio”.

Il comunicato dello sciopero sul  sito del gestore:

PROCLAMAZIONE DI UNA GIORNATA DI SCIOPERO IN DATA 11 LUGLIO 2019. ASTENSIONE DAL LAVORO DEI DIPENDENTI IMPIEGATI NEI SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALEAi sensi della Legge 146/90, Vi comunichiamo che le Organizzazioni Sindacali Territoriali e Regionali FP CGIL – FIT CISL – UILTRASPORTI a seguito della procedura di raffreddamento e conciliazione hanno proclamato una giornata di sciopero per il giorno 11 luglio 2019 di tutti i lavoratori del comparto di Igiene Ambientale.

Pertanto nella giornata di sciopero suddetta potranno verificarsi disservizi per la raccolta dei rifiuti , saranno comunque garantiti i servizi minimi essenziali previsti dalla Legge.

Venerdì 12 Luglio 2019 tutti i servizi Aziendali riprenderanno regolarmente.

L’Amministrazione si scusa con la Cittadinanza  per il mancato ritiro non dipendente dalla propria volontà e auspica che vengano presto risolte le cause dello sciopero dei dipendenti Gesenu. Purtroppo la comunicazione dello sciopero non era stata confermata, di conseguenza non si era potuto allertare con certezza la popolazione.

4 Commenti

  1. Ma neanche Lunedi’ han ritirato le buste dell’umido, e non c’era sciopero, non so’ le volte che uno deve lamentarsi o chiamare per questi ritardi. Ora oggi era sciopero ok ma la puzza di questa spazzatura?? Invece che controllare noi cittadini perche’ il comune non controlla il lavoro di questi operatori??

  2. Fortuna che le temperature si sono un pò abbassate, sennò ci pensa la “Gesenu” mettendo in atto il non svuotamento e ritiro dei rifiuti, per far sentire la puzza sia dentro cada che fuori.
    A proposito di puzza e igienicamente parlando, chi è il preposto al controllo che tutto funziona secondo non accordi, ma il senso del dovere.
    La domanda è se e ogni quando viene fatta la igienizzazione e pulizia dei cassonetti?
    No perché poi e inutile mandare a disinfettare (quando su ricordono) la notte,quando poi abbiamo focolai in ogni dove!!!!!!!!
    Pensate che quando vado a svuotare i miei martelli mi devo mettere la mascherina.
    Su via incominciamo a fare qualcosa di serio e di utile x la comunità.

  3. Poveri…. ancora non avete capito chi ci guadagna con questa finta raccolta differenziata.
    Altro che recupero, con i mastelli abbiamo devastato l’ ambiente, sia quello interno di casa sia quello esterno, con i campi che ormai sono diventati pattumiere a cielo aperto. Perlomeno prima la spazzatura era concentrata in un unico posto…..

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*