Rotatoria via Roma a Bastia Umbra, si inaugura domenica 16 ottobre 2016

Quasi completato anche l'arredo di Gianluca Falcinelli Fiaccole nella Notte

Rotatoria via Roma a Bastia Umbra, si inaugura domenica 16 ottobre 2016

Rotatoria via Roma a Bastia Umbra, si inaugura domenica 16 ottobre 2016  BASTIA UMBRA –  La rotatoria stradale di via Roma , alla confluenza con via Gramsci, verrà ufficialmente inaugurata domenica 16 ottobre 2016, alle ore 15.30. Saranno presenti i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, il Presidente ed i Consiglieri dell’Ente Palio, i Capitani dei 4 Rioni e i Rionali. L’opera stradale, che ha sostituito il sistema semaforico è stata completata ed entrata in funzione nell’estate 2015.

L’arredo della parte centrale, la rotonda, messo a punto nei giorni scorsi secondo il progetto incentrato sul tema del Palio dei Rioni a cura dell’architetto Gianluca Falcinelli, è in gran parte completato.  Giovedì 29 settembre, giorno in cui ricorre il Patrono di Bastia Umbra, San Michele Arcangelo, al quale è intitolato il Palio dal 1962, anno di inaugurazione della nuova chiesa parrocchiale, verrà azionato il meccanismo di arredo della rotatoria fissando il posizionamento dei pali colorati, che rappresentano i ‘testimoni’ della corsa a staffetta ‘La Lizza’, secondo l’ordine di arrivo dei Rioni nell’ultima edizione del Palio. Ogni palo della rotatoria è colorato con il colore di un rione: Rosso per Moncioveta, Blu per Portella, Giallo per Sant’Angelo e Verde per San Rocco.

Per vedere l’assetto definitivo della parte centrale di arredo della rotatoria, quindi, non sarà necessario attendere il giorno dell’inaugurazione, 16 ottobre, ma sarà chiaramente visibile già dal 29 settembre, giorno in cui , alle ore 16.00 nelle Chiesa parrocchiale di S. Michele si terrà la consueta celebrazione religiosa con la partecipazione ufficiale del Comune di Bastia Umbra,  Ente Palio, Rioni, Pro loco.

Gli Enti e le Associazioni porteranno i propri Gonfaloni, a significare l’importanza della celebrazione religiosa nell’ambito dei festeggiamenti patronali, a conclusione del Palio dedicato a S. Michele.

1 Commento

  1. L’opera è brutta, incomprensibile e senza senso, tolti i colori(non ci voleva molto), è priva di un qualsiasi riferimento al Palio. Sembra l’avamposto di una zona miltare e uno si potrebbe aspettare che ci siano dei militari appostati i quali stanno aggiustando il tiro mirando verso le zone militarizzate che di trovano intorno.
    Ma non era meglio un po’ di prato e siepi verdi, con dei gonfaloni dei rioni messi a cerchio, ognuno con le sue caratteristiche?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
24 + 3 =