Visit Bastia Umbra è vincita di un bando regionale per 40.000 euro

Visit Bastia Umbra è vincita di un bando regionale per 40.000 euro

di Paola Lungarotti
Egregio Signor  firmatario  della lettera aperta, pubblicata oggi sulla  testata online locale, credo necessario dissipare certe letture forvianti che l’hanno spinta a sottolineare a questa Amministrazione timori e disappunti sull’impegno che da tempo, anzi da subito, stiamo dimostrando per la promozione del nostro territorio.

Riteniamo che Bastia abbia tanto da offrire. Bastia ha una identità propria che la caratterizza per storia, arte, cultura, opportunità, ricettività, attività commerciali alla pari di altri territori, ma ahimè mai stata complessivamente valorizzata negli anni precedenti.

Tutti quei soldi per un sito internet è inconcepibile, tace la politica tranne Pd

Grazie all’impegno degli uffici, sono state raccolte tutte le opportunità per tale obiettivo. VisitBastiaUmbra è una delle più significative.

La Web AppVisit Bastia Umbra è nata dalla vincita di un bando regionale per 40.000 euro (massimo contributo erogabile), a valere su risorse POR-FESR 14-20, per promuovere azioni di riposizionamento dell’offerta turistica e del brand Umbria.  www.visitbastiaumbra.itè quindi  frutto di  uno specifico progetto finanziato e  promosso dalla Regione Umbria, vinto e assolto con estrema puntualità e completezza ben prima della scadenza, già in occasione di Eurochocolate.

Complessivamente il costo non è di centomila euro, come erroneamente segnalato, è ben al di sotto. Precisamente  ad oggi questo strumento di promozione del territorio costa all’Amministrazione sessantamila euro, come si può facilmente risalire dagli atti pubblicati nel sito del Comune, di cui una parte a copertura dell’investimento iniziale (euro 11.000) e il resto ( euro 49.000) dal 2022 al 2024 per la manutenzione, incremento, inserimento di tutte le informazioni declinate nel progetto stesso.

Tanto l’interesse per questo innovativo strumento di visione e consultazione da far aderire tutte le associazioni del territorio e i cosiddetti portatori di interesse, ritenendolo, a differenza di chi vuol essere miope per non riconoscerne il valore, una porta aperta al mondo, senza confini, che va inserendosi nel portale regionale di promozione turistica. 

Comunque, come sempre di un problema una opportunità, colgo l’occasione per ricordare a tutti i contenuti  ad oggi di Visit Bastia , certa di fare cosa gradita:

  • 56 PUNTI DI INTERESSE Chiese, Monumenti, Ponti, Edicole (con la maggior parte di contenuti inediti e anche in lingua inglese)
  • 35 PAGINE Eccellenze, Tempo libero, Storia e Arte, Ambiente (con la maggior parte di contenuti inediti, anche in lingua inglese)
  • 40 STRUTTURE RICETTIVE Relais, Alberghi, B&B, Case Vacanza, Agriturismi, Affittacamere
  • 98 PUNTI DI RISTORAZIONE Ristoranti, Pizzerie, Bar, Pasticcerie, Trattorie, etc.
  • 4 VIDEOGUIDE delle chiese del territorio (anche in Lingua dei segni e con sottotitoli in inglese) utilizzo della tecnologia 360
  • 1 VIDEO di presentazione “C’era una volta e ancora c’è”
  • 7 ITINERARI Geolocalizzati con mappa interattiva
  • 208 EVENTI resenti attualmente  in AGENDA DELLA CITTA’  
  • ARCHIVIO STORICO DIGITALIZZATO DELLA CITTA’

Oltre la presenza attiva di 3 canali social popolosi e dinamici.   Al tempo stesso è già attiva  l’Agenda della Città, con la pubblicazione puntuale degli avvenimenti giorno per giorno, nonché i programmi e gli eventi attrattivi.

Tale investimento non è stato solo motivo di valorizzazione e conoscenza del territorio ma vuole costituire proprio un punto di presa di coscienza di quelle radici e quei valori che hanno rappresentato l’orgoglio ed il motore dello sviluppo industriale e commerciale che oggi è caratteristica di Bastia. Ma non finisce qui, l’impegno economico messo in atto è per arricchire, implementare, rendere il più possibile visibile e fruibile il Tutto della nostra realtà. E’ un lavoro in progress, con una attenzione particolare alle vocazioni più importanti di Bastia.

 

Noi non siamo malinconici verso “il tempo che fu”, sappiamo far tesoro di quello che siamo valorizzandolo per coloro che vorranno conoscere ed apprezzare la ricchezza del nostro territorio. Tanti sono i Visit che popolano il mondo di internet, il nostro è uno di questi. Anche Bastia è connessa, prima mai così.  Non fermiamoci all’oggi, pensiamo a quello che VisitBastia Umbra offrirà domani. Per ricordare una frase di Federico Fellini: “L’unico vero realista è il visionario“.

Ho risposto a Lei, egregio cittadino, perché la voce di ogni cittadino  è sempre e comunque, al di là delle segnalazioni più o meno corrette, fonte e guida delle azioni mie e della mia Amministrazione.

Il Sindaco Paola Lungarotti, Assessore alla Cultura – sviluppo del territorio e fondi comunitari

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*