M5s vota contro i punti all’odg che riguardano il bilancio

Siamo in attesa di un piano urbanistico  di cui il nostro Comune è da troppi anni carente

 
Chiama o scrivi in redazione


M5s vota contro i punti all’odg che riguardano il bilancio

M5s vota contro i punti all’odg che riguardano il bilancio


Nel consiglio comunale del 23 dicembre il Movimento 5 Stelle Bastia Umbra vota contro i punti all’odg che riguardano il bilancio.
Perché:
  1. – Siamo in attesa di un piano urbanistico  di cui il nostro Comune è da troppi anni carente;
  2. – Ribadiamo che ci sembra irrinunciabile un progetto di bilancio partecipativo ed un regolamento che disciplini e introduca forme di democrazia partecipativa, per avvicinare sempre più i cittadini alle scelte  dell’amministrazione, favorendo ad esempio  un provvedimento o regolamento che disciplini e consenta la registrazione audiovisiva e conseguente pubblicazione delle commissioni consiliari;
  3. – Vorremmo altresì vedere concretizzarsi  azioni nette per la lotta al gioco d’azzardo e alla ludopatia, dopo i regolamenti per cui si era fatto promotore anche il sindaco Ansideri, visto che Bastia si colloca tristemente al primo posto nella lista dei comuni con maggior spesa pro-capite per giochi d’azzardo e, di fatto, mancano iniziative di sensibilizzazione al problema, tra cui anche l’ipotesi di sgravi fiscali nei confronti degli esercizi commerciali che scelgano di sbarazzarsi delle maledette macchinette mangiasoldi.
  4. – Vorremmo maggior attenzione per la manutenzione delle anse del fiume Chiascio per prevenire  il dissesto idrogeologico, attraverso la piantumazione di arbusti utili al contenimento franoso dei terreni, come le piantagioni di vetiver e provvedendo inoltre alla sistemazione delle alberature già presenti lungo le vie cittadine.
  5. – Restiamo in attesa di vedere azioni concrete per  risolvere il problema degli accumuli di rifiuti nei pressi dei cassonetti e per la differenziata, disattesa nella zona industriale. Per quel che concerne nello specifico l’approvazione del Piano Finanziario e Tariffario della Tari 2020 rinviato al 30 aprile 2020, è opportuno ribadire, e non smetteremo di farlo, che i costi di gestione della GEST in ambito AURI  a cui siamo purtroppo legati mani e piedi sino al 2024, ci sembrano eccessivi rispetto al servizio offerto.
  • – Vorremmo anche vedere azioni per reperire i fondi usufruendo dei vantaggi del Decreto Clima e dotare il nostro comune di un servizio bus navetta, ibrido o elettrico, utile a coloro che abitano nelle zone periferiche.
Fatte queste premesse e ritornando sul tema specifico “approvazione del Bilancio di previsione 2020  e del DUP”, è ovvio che qualora tutta queste serie di interventi o anche parte di essi non dovessero rientrare nelle intenzioni di questa Amministrazione, il nostro voto non poteva che essere contrario,  al di là, comunque,  di interventi  condivisibili (soprattutto quelli in ambito culturale,  o di partecipazione a bandi per reperire finanziamenti per opere pubbliche, come lo sforzo per mantenere invariata la pressione fiscale sulle famiglie) ma, per l’appunto, non sufficienti ed esaustivi.
MoVimento 5 Stelle Bastia Umbra

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*