Malfunzionamento elettrico, allagato il sottopasso di San Rocco a Bastia Umbra [Foto e video]

Malfunzionamento elettrico, allagato il sottopasso di San Rocco a Bastia Umbra [Foto e video]

di Morena Zingales e Marcello Migliosi
Malfunzionamento elettrico, allagato il sottopasso di San Rocco a Bastia Umbra.
Il sottopassaggio di San Rocco a Bastia Umbra questa notte si è allagato. Un malfunzionamento elettrico sta alla base di tutto. Il perché si sia accumulata tutta quell’acqua è stato spiegato dal tecnico comunale, intervenuto sul posto. Sotto a San Rocco – è stato spiegato – c’è una falda acquifera che tira su il livello dell’acqua. Quando c’è troppa acqua c’è un sensore che si attiva e che fa partire le pompe che l’aspirano. Questa notte si è registrato un calo di tensione, per un po’ di tempo non si sa ancora quanto, è venuta a mancare l’elettricità.

LEGGI ANCHE: Avvisatori luminosi allagamento sottopassi via Bulgaria e Umbriafiere

Quando è stato costruito il sottopasso è stata prevista anche l’installazione di un generatore, che funziona a gasolio. Mancando la corrente – ha aggiunto il tecnico –  questo si è attivato automaticamente come avviene nei casi di emergenza. Lo strumento ha cominciato ad aspirare l’acqua per un po’, ma non essendoci un dispositivo che fa partire le pompe in automatico al ritorno dell’energia elettrica, il generatore continua a funzionare. Se nessuno interviene manualmente quest’ultimo ad un certo punto si ferma perché il gasolio finisce. Ed è quello che è accaduto. Nessuno si è accorto, anche perché era sabato notte, e quindi – ha concluso – il sottopasso si è allagato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A notare il lago, alle prime ore del mattino, è stato un cittadino che passava da lì, mentre portava a spasso il cane. Solo allora è scattato l’allarme. Sul posto, la prima ad arrivare è stata l’assessore Catia Degli Esposti, e poi è arrivata la polizia municipale al seguito del maggiore, Carla Menghella, i vigili del fuoco e, appunto, il tecnico comunale. I pompieri hanno tentato di aspirare l’acqua, ma durante aspirazione si sono resi conto che il livello dell’acqua, anziché diminuire, aumentava. A quel punto si è capito che il problema era di altra natura.

E’ stato il tecnico comunale una volta capito l’origine del malfunzionamento a far ripartire le pompe che hanno cominciato ad aspirare l’acqua. La città è rimasta al buio per qualche ora, così come i semafori.

La strada è stata chiusa per tutto il tempo e riaperta solo dopo le 9,30, quando l’acqua è stata del tutto eliminata. Sul posto è intervenuto anche il sindaco della città, Stefano Ansideri.

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*