Sabato 1 febbraio giornata delle famiglie in Biblioteca a Bastia Umbra

 
Chiama o scrivi in redazione


Nel progetto #Gemma, sapere prezioso, appuntamenti gratuiti in biblioteca

Sabato 1 febbraio giornata delle famiglie in Biblioteca a Bastia Umbra

Sabato 1 febbraio “Giornata delle famiglie in Biblioteca” alla Biblioteca Comunale “Alberto la Volpe”di Bastia Umbra.  Dalle 10.00 alle 13.00 “Libri liberi in Biblioteca – Tu scegli un libro e noi te lo regaliamo!”. Dalle ore 17.00 “Storie di lupi strampalati e bambine coraggiose”, letture interattive con pupazzi e musica a cura dell’ Associazione Culturale Teatro le Onde. Quello del 1 febbraio è solo il primo di una lunga serie di eventi organizzati da Sistema Museo gestore della Biblioteca Comunale di Bastia Umbra “Alberto la Volpe” nell’ambito del progetto Città che Legge “Leggere fra me e te per un noi che va oltre i campanili”.

Bastia è stata riconosciuta “Città che legge 2018”. Su 73 progetti presentati, nella fascia di comuni da 15.001 a 50.000 abitanti, quello di Bastia – che si era presentato in rete con capofila il Comune di Spoleto – è risultato quinto con un punteggio di 84/100 sul massimo ottenuto di 88/100.Fra gli obiettivi del progetto, c’è l’istituzione della Giornata delle Famiglie in Biblioteca, fissata per sabato 1 febbraio 2020.

Un ricco programma vedrà interessata la Biblioteca Comunale “Alberto la Volpe” di Bastia Umbra da sempre attenta ai bisogni dei ragazzi e dei loro genitori, come testimoniano le già numerose attività di promozione della lettura messe in campo per le scuole di ogni ordine e grado e gli incontri mensili per i bambini da 0 a 6 anni.

Il Sindaco Paola Lungarotti manifesta la propria approvazione per il successo delle numerose e sempre diverse iniziative realizzate presso la Biblioteca Comunale, definendo la stessa una sorta di aula didattica extra scolastica e con l’occasione ringrazia la responsabile, referente della Soc. Coop. Sistema Museo, dott.ssa Michela Giuglietti, per la realizzazione di questa innovativa iniziativa, così come per quelle natalizie, dove con il progetto “La Biblioteca va in Città”  “ha contribuito fortemente all’ottimo risultato di squadra raggiunto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*