#Bastiaxerte, Simona Carosati chiede di fare gruppo

Tra vari siparietti si è insediato il Consiglio Comunale, ed io, come consigliere di minoranza, in pieno accordo con il PD, ho  fatto richiesta di poter formare il gruppo consiliare -#Bastiaxte- e di esserne il Capogruppo, al fine di assicurare la piena rappresentanza all’interno del consiglio comunale alle liste civiche che mi hanno sostenuto. Credo e crediamo che in questo modo, lavorando congiuntamente come abbiamo sempre fatto, si possa dare un fattivo contributo al governo della  città a partire dall’assise più importante.

Siamo sicuri che l’idea di città che avevamo in mente sia sempre più calzante per Bastia che necessita di rinnovamento e sviluppo supportato dalla buona politica fatta di idee e progetti.

Le immagini dell’insediamento del Consiglio Comunale ed il dibattito che ha preceduto l’elezione del Presidente sono l’esempio di atteggiamenti e inciuci tipici della vecchia politica che vogliamo scardinare. Senz’altro i cittadini che erano in sala o hanno seguito la diretta streaming si saranno fatti un’idea molto chiara della situazione.
Per quanto ci riguarda ce la metteremo tutta, abbiamo già iniziato a lavorare insieme per il bene comune.

A tutti i colleghi consiglieri auguro buon lavoro nell’interesse generale di Bastia,  vigileremo, controlleremo, proporremo superando -ove necessario- le provenienze politiche e tenendo bene in mente dove dobbiamo andare.

Simona Carosati

4 Commenti

  1. Ancora espressioni non in madrelingua! Il peggio del peggio quando dalle lezioni subìte non si traggono insegnamenti o logiche conseguenze. Come si dice: errare è umano, perseverare è diabolico!

  2. e gia’ siamo la nazione e una delle regioni con piu’ disoccupazione giovanile e non. Continuiamo a sottolineare che la Carosati non parla in “madrelingua”errore gravissimo da parte sua visto che dovrebbe sillabare per farsi capire da certa gente……continuate …dai dai e’ proprio vero “perseverare”errare humanum est, perseverare autem diabolicum …… Abbiamo una giunta che si e’ scannata prima dell’insediamento, che ha gente che sgomita per avere piu’ o meno visibilita’ o una poltrona, che non si cura della volonta’ della gente che li ha votati e quello che viene sottolineato e’ il gergo usato dalla Carosati …..”pora BASTIA”

  3. Allora, se proprio ve la volete tenere (!?!) e non volete che torni a casa (!?!), ma perché non le dite di parlare italiano? Le masse popolari hanno il diritto di capire.

  4. “le masse popolari” io personalmente preferisco chiamarle “persone” non hanno problemi di comprensione,i problemi sono di chi si ostina ad avere le orecchie e gli occhi chiusi, non c’e’ piu’ sordo di chi non vuol sentire,il problema è questo….anche io mi chiedo chi glielo fa fare visto i “giochetti” e (sono gentile)che la circondano a 360°…..”pora BASTIA”

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*