Interessante l’iniziativa della cooperativa sociale La Goccia di Bastia Umbra

 
Chiama o scrivi in redazione


da Elisa Zocchetti
Estremamente interessante l’iniziativa promossa sabato 18 aprile dagli operatori della cooperativa sociale La Goccia di Bastia Umbra e dedicata ai genitori dei ragazzi che frequentano il doposcuola Lo Zaino.

L’iniziativa intitolata “quali emozioni in gioco?” rientra in un ciclo di incontri che gli operatori e gli specialisti, che seguono il progetto del doposcuola, promuovono da tempo. Ai genitori è stato proposto lo stesso laboratorio creativo di arte-terapia fatto dai ragazzi precedentemente e guidato da Fabiola Cirilli. «È stato un modo» sostiene l’esperta «per esprimersi liberamente, confrontare le emozioni e condividere i propri stati d’animo. Tutti sullo stesso piano, genitori e ragazzi».

La seconda parte dell’incontro era aperta a tutti (in maniera particolare agli insegnanti) e prevedeva il contributo dell’équipe psico-pedagogica: sugli aspetti emotivi e relazionali dei ragazzi con DSA e BES è intervenuta la dottoressa Toppetti mentre la dottoressa Cirilli ha illustrato gli strumenti compensativi e le diverse tecniche di supporto come le mappe concettuali e/o mentali, le varie metodologie per studiare e come tutto questo rientra nell’attività del doposcuola. In chiusura sono state date indicazioni e dei suggerimenti sulle piattaforme che offrono via web un valido sostegno ai genitori.

«Crediamo che essere vicini agli adulti oltre che ai ragazzi con iniziative come questa rientri a pieno titolo nell’attività che svolgiamo» sostengono gli organizzatori «anche questa serata è parte integrante del percorso che facciamo insieme. È fondamentale trovare spazi di confronto e condivisione e, perché no, anche momenti di convivialità».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*