M5S, video in diretta del Consiglio Comunale di Bastia Umbra come servizio pubblico

l M5S di Bastia ha presentato una mozione per attivare nella Città la diretta streaming del Consiglio Comunale. La proposta mira a creare la possibilità per tutti gli elettori di seguire gratuitamente e da casa i temi, il dibattito e le varie posizioni dei componenti del Consiglio Comunale in merito a decisioni assunte nell’interesse generale. In tal modo sarà fornita una genuina e diretta rappresentazione dello svolgimento dei lavori del massimo organismo rappresentativo di Bastia, senza filtri e senza aggiustamenti mediatici.
Attualmente tale servizio viene fornito in maniera molto professionale dalla testata giornalistica “Terrenostre” che sta curando la realizzazione a titolo sperimentale.
L’iniziativa del M5S mira ad istituzionalizzare il servizio affinchè rimanga e sia garantito per sempre, al pari di tutti gli altri servizi primari indispensabili per la crescita democratica e la cura del naturale sentimento di appartenenza.

La partecipazione e la trasparenza non hanno colori politici, ma sono valori che fanno crescere il patrimonio della educazione civica generale, soprattutto a garanzia e a favore indistintmente di tutte le formazioni  partitiche che si avvicenderanno in futuro alla guida della Città.
L’Amministrazione di Bastia non sarà la prima ad intraprendere questo percorso. Ma quelle che l’hanno preceduta sono oggi in grado di assicurare la convenienza dell’iniziativa anche in termini economici; Spoleto per esempio.
Infatti l’uso intelligente delle risorse tecnologiche consente, con una minima spesa, anche l’operazione di custodia ed archiviazione delle registrazioni, con liberazione di risorse economiche ed umane fin’ora assorbite dalla obsoleta funzione della verbalizzazione audio e successiva trasposizione grafica dei contenuti. Per i nostalgici della burocrazia garantistica, il M5S assicura che il nuovo verbale audio-video avrà valenza legale, tramite la “timbratura digitale”, procedimento già in corso di attuazione, in base al programma nazionale di semplificazione e digitalizzazione delle Pubbliche Amministrazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*