Polizia Locale incontra gli studenti, i motorini tra gli argomenti trattati

Agli incontri di questa mattina sono intervenuti due ufficiali della Polizia Locale

 
Chiama o scrivi in redazione


Polizia Locale incontra gli studenti, i motorini tra gli argomenti trattati

Polizia Locale incontra gli studenti, i motorini tra gli argomenti trattati

BASTIA UMBRA – Si sono tenuti oggi gli incontri, promossi dall’Assessorato comunale alla Sicurezza e organizzati dalla Polizia Locale, con i ragazzi della scuola media ‘Colomba Antonietti’ di Bastia Umbra.

© Protetto da Copyright DMCA

Dopo i disagi della scorsa estate provocati da motorini condotti da minorenni che ”rumoreggiavano” per le vie cittadine, il problema è stato affrontato preventivamente con incontri di informazione-formazione presentando un progetto della Polizia Locale, che ha predisposto un opuscolo informativo che per la prima volta è stato distribuito stamani a scuola. Il libretto, utilizzando un linguaggio semplice e diretto, richiama le norme previste dal Codice della Strada per la corretta guida del ciclomotore.

Particolare attenzione è rivolta ai temi della sicurezza e al rispetto degli altri, siano essi utenti della strada o cittadini per i quali va tutelato il diritto alla quiete.

Agli incontri di questa mattina, presente l’Assessore Catia Degli Esposti, sono intervenuti due ufficiali della Polizia Locale: i capitani Stefano Tisba (responsabile servizio Polizia Stradale) e  Claudio Meschini. Hanno illustrato diversi argomenti: le regole previste dal Codice della Strada e sulla sicurezza, ma soprattutto si è parlato delle alterazioni ai ciclomotori “truccati” o “maggiorati” per aumentarne la potenza,  evidenziando i rischi connessi in termini di sicurezza (nel caso di un ciclomotore costruito per raggiungere la velocità massima di 45 KM/h che viene trasformato per arrivare a velocità molto superiori) e le conseguenze sanzionatorie per un ciclomotore “truccato” che diventa un motociclo e quindi non può essere guidato senza patente, con l’effetto di una mancata copertura assicurativa, venendo meno i requisiti per la guida.

La fase di informazione-formazione si aggiunge all’attività, già in corso, di controlli mirati e volti ad accertare il rispetto delle norme sulla guida dei ciclomotori e, particolarmente attenti a verificare le caratteristiche tecniche degli stessi.

L’Assessore Degli Esposti i rappresentanti della Polizia Locale hanno ringraziato la preside, prof. Stefania Finauro e gli insegnanti della a scuola media per la fattiva disponibilità e la sensibilità che hanno voluto dimostrare.

1 Commento

  1. In quale secolo ci sarà un controllo per “beccare” le auto e soprattutto moto che sfrecciano oltre i 150 orari in Via della Repubblica? Se i controlli si fanno all’inizio o alla fine dove la velocità è di molto inferiore, non avranno mai successo. Ci sono centinaia di persone che passeggiano, bambini piccoli in bici ecc. Aspettiamo che ci scappi il morto?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*