Presidente e direttivo Unilibera “decaduti”,  J’Accuse di Degli Esposti

 
Chiama o scrivi in redazione


Presidente e direttivo Unilibera "decaduti",  J'Accuse di Degli Esposti

Presidente e direttivo Unilibera “decaduti”,  J’Accuse di Degli Esposti

Nell’assoluto silenzio dell’amministrazione e della stampa ci giunge la notizia della comunicazione da parte del sindaco Lungarotti dell’avvenuta decadenza della presidente dell’Università Libera di Bastia Umbra, professoressa Maria Teresa Pietrobono, e dell’intero Comitato Direttivo, ai sensi dell’articolo 4 dello Statuto dell’Istituzione.

La mancata conferma dei membri del Comitato Direttivo, lascia stupefatti e molto perplessi in quanto in più occasioni la Professoressa Lungarotti aveva elogiato questo gruppo capace di aver creato un centro culturale importante ed utile alla città .

Degli Esposti, Lega, attacca nomine Fratellini e Franchi
Degli Esposti

Per tutti si è trattato di una amara sorpresa, non solo per i componenti del comitato, ma per docenti, iscritti e simpatizzanti che negli anni hanno visto crescere l’Università Libera fino a divenire un vero e proprio polo culturale con corsi ed incontri di cultura umanistica e scientifica, nonché di varie attività dal risvolto ludico e sociale cui ha beneficiato una platea di iscritti sempre crescente.

Un modus operandi del tutto nuovo in quanto tutti i sindaci che si sono avvicendati alla guida della Città negli ultimi venticinque anni, ovvero da quanto esiste l’istituzione dell’Università Libera, hanno garantito ampia autonomia all’Unilib, riconfermando di anno in anno il Direttivo ed accogliendo favorevolmente le proposte di avvicendamento dei membri.

Lo stesso compianto presidente Luigi Bovo rimase ininterrottamente in carica fino alla scomparsa, essendo stato nominato nel 2008 dall’allora sindaco Lombardi e venne di anno in anno riconfermato da Stefano Ansideri.

La comunicazione della decadenza, freddamente notificata mediante lettera del 16 luglio scorso su carta intestata dell’Ufficio Cultura, se pur pienamente legittima, non è stata preceduta da un confronto aperto e trasparente con gli interessati ed è apparsa a tutti attuata con modalità irrispettosa che male si addice al primo cittadino.

Ma ancor peggio è apparsa la liquidazione, con poche parole stampate, del lavoro svolto, spesso gratuitamente e sempre con passione, impegno e competenza dai tanti che hanno operato a favore dell’Istituzione con l’intento di offrire occasioni di crescita culturale e sociale per tutte le età.

Cosa ci dobbiamo aspettare dal nostro Sindaco, primo Sindaco donna, che in campagna elettorale si è dipinta come cordiale, amica, sempre presente, una di noi… ? Sicuramente assistiamo ad un comportamento arrogante esternato in questo suo primo atto di «revisione degli incarichi» che fa scaturire in noi una profonda amarezza .

Attendiamo gli sviluppi futuri visto che il sindaco sembrerebbe aver annunciato l’inserimento di revisione degli incarichi di sua competenza .

Catia Degli Esposti – capogruppo Lega Bastia Umbra

1 Commento

  1. Degli Esposti dice: “con passione e quasi sempre gratuitamente”. Una piccola rettifica: SEMPRE GRATUITAMENTE, ed anzi PAGANDO!
    Grazie comunque Katia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*