Ritardi del progetto sull’area Franchi, il gruppo della Lega chiede chiarimenti

Claudia Lucia e "Paim Franchi", a Bastia, sono ben altri gli ecomostri

Ritardi del progetto sull’area Franchi, il gruppo della Lega chiede chiarimenti

Il gruppo comunale della Lega, con la capogruppo Catia Degli Esposti e la consigliera Jessica Migliorati, ha presentato un’interrogazione al sindaco, all’assessore all’Urbanistica e al presidente del Consiglio sull’intervento edilizio di social housing nell’ex area Franchi, che attualmente risulta fermo.

Le due consigliere ricordano che con delibera n. 25 del 10 aprile 2019l’amministrazione comunale ha approvato la convenzione relativa alla proposta di progetto edilizio, nell’ambito del Paim R2 Franchi, presentata dal soggetto attuatore Prelios per conto del fondo Asci.

Con quell’atto l’amministrazione comunale ha condiviso la disciplina delle opere di urbanizzazione (normate dalla convenzione stessa), il canone massimo di locazione, il prezzo degli alloggi (stabilito in euro 1.676,23 al mq), il numero degli alloggi (105) che saranno locati o venduti. Sono state inoltre acquisite alla convenzione le tavole grafiche degli alloggi e definiti i requisiti per l’assegnazione.

Ma i lavori, rilevano Catia Degli Esposti e Jessica Migliorati, sono fermi da tempo e dal punto di vista urbanistico l’amministrazione ha concesso un’ulteriore proroga, la settima, al soggetto attuatore. E Prelios ad oggi non ha provveduto all’emanazione di un bando per l’assegnazione degli alloggi.

Il gruppo della Lega chiede quindi di conoscere i motivi del ritardo nella realizzazione degli alloggi, della mancata emanazione del bando e chiarire se rispondano al vero le voci circa una rimodulazione degli stessi, chiedendo eventualmente informazioni sulle modifiche che saranno apportate al progetto iniziale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
27 − 9 =