Post movida a Bastia, vicesindaco Fratellini, che valori abbiamo trasmesso ai nostri ragazzi?

 
Chiama o scrivi in redazione


Non sono solo i giardini a subire l’attuale degrado giovanile e per vederlo non bisogna andare molto lontano. Gli ultimi fatti di cronaca ne sono la chiara dimostrazione, purtroppo, a questa escalation degenerativa, non è coincisa una altrettanto pronta risposta da chi di dovere, amministrazione compresa. Non c’è stato un cambio di passo e le forze disponibili hanno continuato ad essere impegnate come se nulla stesse accadendo. Perché? Altra responsabilità è data alle famiglie, ma qui, visti anche i comportamenti con il Covid, è meglio stendere un velo pietoso.

Post movida a Bastia, vicesindaco Fratellini, che valori abbiamo trasmesso ai nostri ragazzi?


Ma che valori abbiamo trasmesso ai nostri ragazzi? Non è possibile che tutte le sere i nostri giardini pubblici siano lasciati in queste condizioni da chi li frequenta….Le aree a verde pubblico vengono realizzate proprio per favorire l’aggregazione tra i giovani, ma è possibile che nessuno del gruppo abbia il buon senso di capire che l’area pubblica va lasciata almeno nelle condizioni in cui la si trova? E che le aree pubbliche sono un patrimonio di tutti i cittadini? Lascerebbero il giardino di casa in queste condizioni dopo una festa?

6 Commenti

  1. Non sono solo i giardini a subire l’attuale degrado giovanile e per vederlo non bisogna andare molto lontano. Gli ultimi fatti di cronaca ne sono la chiara dimostrazione, purtroppo, a questa escalation degenerativa, non è coincisa una altrettanto pronta risposta da chi di dovere, amministrazione compresa. Non c’è stato un cambio di passo e le forze disponibili hanno continuato ad essere impegnate come se nulla stesse accadendo. Perché?
    Altra responsabilità è data alle famiglie, ma qui, visti anche i comportamenti con il Covid, è meglio stendere un velo pietoso.

  2. Ti pareva che anche in questo l’Amministrazione ha colpa !!!
    Secondo Lei cosa si dovrebbe fare ? Militarizzare la città? In ogni luogo un vigile h 24 . Andiamo a cercare le cause di questi comportamenti in ognuno di noi , ad iniziare dai genitori che come primi educatori dovrebbero insegnare ai propri figli l’educazione ed il rispetto della cosa pubblica , invece no , se provi a redarguire un giovane che ha sbagliato , come minimo ti becchi una denuncia da parte del genitore . Comunque gli adulti non sono da meno in fatto di buon esempio.
    Una cosa da fare caro Assessore : chiudere i parchi pubblici dall’imbrunire alla mattina seguente , unico modo per educare la gente , vediamo quanti grideranno allo scandalo .

  3. In parte concordo con lei… soprattutto per il discorso genitori/educazione… ma poi basta recarsi(anche di giorno) ai giardini di via marconi x vedere adulti che nonostante i divieti entrano in bici, permettono ai loro figli di scorrazzare con monopattini elletrici e mountain bike in mezzo a persone anziane e bambini piccoli… per non parlare di quelli (sempre adulti) che sprezzanti del divieto, entrano con i cani incuranti degli altri, e non appena lasciati i “ricordini” se ne vanno!!! E allora viene da chiedersi: ma sono solo i giovani? A mio avviso assolutamente no… e non credo che ci sia bisogno di militarizzare i parchi, ma è chiaro che è necessario qualche controllo in più!!! Chiudere i parchi la sera sarebbe un controsenso: perché privarli a chi è rispesttoso ed educato quando gli “incivili” fortunatamente sono una minoranza?

    • Ma chi ha detto di militarizzare la città, ma nemmeno questo stato di cose, oppure, solo i cittadini vedono ciò che non va. Solo i cittadini vedono e sentono i motorini smarmittati e le moto a grande velocità, oppure lo spaccio di droga e per questo c’è chi si è beccato dei sassi in testa. La realtà è anche questa, è vero, non siamo nel Bronx, siamo a Bastia, e per questo che basterebbe poco… se si vuole.

      • picchio 20: “Secondo Lei cosa si dovrebbe fare ? Militarizzare la città?”

        …. caro sig. Concretezza il mio era un discorso generico e quello che lei asserisce in merito ai motorini e auto e del tutto vero: via Pascoli, via Benabei, via Marconi via San Rocco, via della Repubblica e altre vie sono diventate delle piste da formula 1 e a sfrecciare sono sempre gli stessi!!! ogni tanto si vede a circolare qualche pattuglia con le luci blu fisse e niente di più!!!

        volevo però sottolineare dato che l’argomento è sui valori dei ragazzi, che la cerqua non fa l’uva e si vedono spesso (anche di giorno) genitori incuranti se i figli buttano una cartacia oppure andando nello specifico, persone adulte che di sera alle pinetine di via Pascoli si pappano beatamente una pizza da asporto lasciando dove capita il catone le lattine e le bottiglie!!!

        io ribadisco che ci vogliono più controlli e fatti in modo più accurato… e non una toccata e via!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*