Bastia Popolare a Bernardini, il cambio di casacca è di scarso rispetto

 
Chiama o scrivi in redazione


Bastia Popolare a Bernardini, il cambio di casacca è di scarso rispetto

Bastia Popolare a Bernardini, il cambio di casacca è di scarso rispetto

Nel prendere atto della decisione, comunicata dal consigliere Alunni Bernardini in seno all’ultimo Consiglio Comunale, svoltosi il 30 dicembre 2020, di abbandonare il gruppo di Bastia Popolare, dove è stato agevolmente eletto alle elezioni comunali del 2019, per passare alla lista di Fratelli d’Italia, non possiamo non stigmatizzare il fatto che il cambio di casacca avvenga a poco tempo dalle elezioni.

LEGGI ANCHE – Michael Alunni Bernardini passa a Fratelli d’Italia e lascia Bastia Popolare

© Protetto da Copyright DMCA

A seguito delle attuali convinte dichiarazioni di apprezzamento per la linea politica di FDI che non possono essere maturate solo negli ultimi mesi, la domanda che sorge spontanea è perché il consigliere Alunni Bernardini a Maggio 2019 non si sia direttamente candidato nella lista di Fratelli d’Italia, ma abbia preferito fare tale passaggio, non portando a termine l’impegno preso con gli elettori della lista civica Bastia Popolare.

Bastia Popolare infatti è stata essenziale nell’elezione dell’attuale Sindaco Lungarotti, che ha fin da subito sostenuto e stimato, risultando a maggio, con grande soddisfazione dei candidati la terza lista della coalizione, ma ad oggi è di fatto la meno rappresentata in Consiglio Comunale.

E’ giusto ed importante che i giovani si interessino e si impegnino in politica, ma saltare le tappe o prendere le scorciatoie non è mai di buon auspicio; i Cittadini hanno diritto ad essere adeguatamente rappresentati attraverso coloro che vengono eletti in sede di elezioni e questi cambi di casacca in corsa dimostrano uno scarso rispetto, non solo verso l’elettorato che ha votato la lista, ma anche nei confronti di tutti gli altri candidati che hanno lavorato con convinzione e tenacia per portare voti alla lista, consentendo così ad Alunni Bernardini di sedere sui banchi del Consiglio Comunale, in rappresentanza della Lista Civica che in questi giorni ha abbandonato.

  • La lista civica Bastia Popolare fa in ogni caso i migliori auguri al consigliere comunale.

Lista Civica Bastia Popolare

2 Commenti

  1. Fintanto che in questo paese non verrà varata una seria riforma elettorale nella quale tra le varie anomalie da sanare venga anche proibito il cambio di gruppo di appartenenza ( come avviene in tante democrazie europee ) , ci sarà sempre chi transita da un gruppo /lista ad un’altra . Lo vediamo a livello nazionale cosa ci insegnano i nostri deputati , è un continuo va e vieni da una parrocchia ad un’altra . Motivi ? la ricerca di spazi e quindi di pubblicità , incarichi , la ricerca di una identità ben precisa ed altre convenienze che potrebbero profilarsi in futuro . Quindi personalmente non me la prenderei più di tanto .

  2. Caro Picchio 20, anche se fosse così e probabilmente lo è, non servono le leggi ma il senso di responsabilità e la coerenza dei singoli. Evidentemente le persone intorno al voltagabbana, non sono state abbastanza determinate per dissuadere il soggetto, magari qualcuno lo ha anche incoraggiato. Se fossi il sindaco inizierei a preoccuparmi per avere gente pronta a cambiare da un mese all’altro. Non è un buon esempio, magari tra qualche mese chi non ottiene quello che immaginava, potrebbe passare all’opposizione. Basta leggere sulla stampa locale tutti i rimpasti e rimpastini di giunte di DX e SX. Queste cose vanno stroncate sul nascere….

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*