Insieme per Bastia critica progetti di Impresa e sviluppo, la Metropolis dei sogni

 
Chiama o scrivi in redazione


Insieme per Bastia critica progetti di Impresa e sviluppo, la Metropolis dei sogni

Insieme per Bastia critica progetti di Impresa e sviluppo, la Metropolis dei sogni

Piazza Mazzini ristrutturata in un solo anno di nuovo mandato, oltre ad un tapis roulant che collegherà piazza del Mercato al centro fieristico Umbriafiere ed un sottopassaggio pedonale da piazza del Mercato fino al Palazzo Municipale. E’ questa la recente proposta, uscita a mezzo stampa qualche giorno fa, della neo lista civica “Impresa e Sviluppo per Bastia“, nata a sostegno della candidatura a sindaco di Lucio Raspa per la coalizione di centro sinistra.

Bellissimo sogno! Peccato che non siamo nella famosa Metropolis

© Protetto da Copyright DMCA

Bellissimo sogno! Peccato che non siamo nella famosa Metropolis, città futurista ed altamente tecnologica dell’eroe dei fumetti Superman, in cui tutto può accadere in una notte, ma a Bastia Umbra, cittadina pianeggiante di circa 22.000 abitanti in cui il progetto urbanistico di piazza del Mercato, dopo ben 10 anni di governo facente capo all’uscente primo cittadino Ansideri è, già di per sè, rimasto solo sulla carta.

Essere positivi nella vita politica è buona cosa ed è altrettanto buona cosa voler fare meglio dell’Amministrazione uscente, praticamente immobile in tutti i piani urbanistici, ad eccezione del Piano Franchi, luogo degli oramai noti cinque mostri di cemento.

Tuttavia, quando i buoni propositi si sostanziano in superficialità nell’analisi ed approssimazione nelle dichiarazioni, potrebbero fare da boomerang elettorale se, come crediamo che sia, i cittadini di Bastia Umbra non hanno né l’anello al naso, né sono ancora disposti a credere nelle favole.

E’ evidente come solo l’inesperienza amministrativa, forse unita alla voglia di mettersi in gioco a tutti i costi, possa portare a dichiarare, nero su bianco, che il rifacimento di piazza Mazzini sia un progetto urbanistico realizzabile e tecnicamente fattibile in un solo anno.

Riconosciamo – peraltro non senza stupore – alla neo-nata “Impresa e Sviluppo per Bastia” poca dimestichezza in termini di progetti preliminari, definitivi ed esecutivi di opere pubbliche, iter amministrativi e burocratici, capacità di spesa, gare di appalto, esecuzione dei lavori, ecc.Una cosa, però, vorremmo dirla: chi ancora crede nell’inventarsi amministratore pubblico dell’ultima ora, conti almeno fino a 10 prima di parlare…o di scrivere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*