BASTIA UMBRA, FABIO MORBIDINI, FISIOTERAPISTA MONDIALI PUGILATO IN KAZAAKISTAN

 
Chiama o scrivi in redazione


FABIO MORBIDINI
FABIO MORBIDINI
FABIO MORBIDINI

Dopo tre Olimpiadi, cinque Mondiali e l’ultima Universiadi, Morbidini è oggi tra i più accreditati professionisti in Italia e non solo nel campo della preparazione e riabilitazione nello sport Fino a domenica 27 ottobre la Squadra Azzurra di Pugilato sarà impegnata nei campionati Mondiali maschili Elite “AIBA World Boxing Championships” ad Almaty, in Kazakhstan. L’evento si presenta come la prima tappa di avvicinamento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Dieci gli Azzurri selezionati: Manuel Fabrizio Cappai, Vincenzo Picardi, Vittorio Jahyn Parrinello; Domenico Valentino, Dario Donato Vangeli, Vincenzo Mangiacapre, Raffale Munno, Simone Fiori, Clemente Russo, Roberto Cammarelle.

 

Per questo evento iridato è stato conferito al fisioterapista bastiolo Fabio Morbidini un nuovo prestigioso incarico in qualità di massofisioterapista e preparatore fisico della squadra, incarico che arricchisce il suo impegno lavorativo nel settore sportivo e oltremodo diventa un ulteriore successo personale a livello internazionale. Morbidini, 43 anni, è oggi tra i più accreditati professionisti in Italia e non solo nel campo della preparazione e riabilitazione nello sport. Ha già preso parte a tre Olimpiadi (Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012) ed è stato collaboratore della FISU (International University Sport Federation) alle ultime Universiadi in Russia.

 

È al suo quinto mondiale come sanitario dopo le esperienze in Cina 2005, Usa 2007, Italia 2009 e Azerbaijan 2011, e festeggia la sua trentesima trasferta in campo Internazionale a fianco della Nazionale Italiana. Grazie anche alle esperienze lavorative all’estero (Training camp in Usa – Colorado Springs), recentemente è stato chiamato come docente presso il Centro di Preparazione Olimpica di Pisa, per tenere una lezione magistrale sulla “Traumatologia dello sport e la riatletizzazione negli sport da combattimento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*