La fiera della sostenibilità a Bastia Umbra, giornata inaugurale di Fa’ la cosa giusta! Umbria!

 
Chiama o scrivi in redazione


Partecipazione, emozione ed entusiasmo: inaugurata venerdì mattina la prima edizione di Fa’ la cosa giusta! Umbria, fiera del consumo consapevole e degli stili di vita sostenibili in programma all’Umbriafiere di Bastia fino a domenica 5 ottobre. Alle 11.00, presso lo stand UmbriA+ della Regione Umbria, Silvano Rometti, assessore regionale alla Tutela e valorizzazione ambientale; Stefano Ansideri, sindaco del Comune di Bastia Umbra; Lazzaro Bogliari, presidente di Umbriafiere Spa e Nicoletta Gasbarrone, presidente di Fair lab, hanno tagliato il nastro tricolore dando il via alla kermesse della sostenibilità. Una pedalata ha letteralmente acceso i riflettori dello stand della Regione, a turno Rometti, Ansideri e Bogliari su delle bici speciali che producono energia elettrica pulita hanno “dato luce alla fiera”, inaugurando i bicigeneratori, installazioni a pedali collegate alle diverse applicazioni ludiche e pratiche. L’assessore Rometti ha poi premiato i comuni ricicloni dell’Umbria, municipalità che hanno realizzato una raccolta differenziata sopra il 65%. La mattinata inaugurale della Fiera ha visto la visita di 11 classi tra scuole primarie e secondare provenienti da Bastia, Perugia, Foligno, Gaifana e Gubbio, che hanno partecipato ai diversi laboratori e momenti ludico-didattici.

Fa’ la cosa giusta! Umbria va avanti fino a domenica 5 ottobre: oltre 170 stand dedicati ai diversi aspetti e alle diverse anime della sostenibilità con la mostra-mercato divisa in10 aree tematiche. Tanti prodotti e servizi per una vita all’insegna del benessere e del rispetto per l’ambiente. Accessori e abbigliamento per uomo e donna con il meglio del fashion etico, prodotti naturali per la cura del corpo, servizi sostenibili per le aziende e per i professionisti, risparmio energetico, arredamento e design per la casa, un’area completamente dedicata ai più piccoli, il meglio delle produzioni bio, di qualità e a km zero e tanto altro per uno stile di vita sostenibile. E per gli amanti del cibo “buono” le prelibatezze dell’area street, bio e vegan food. Oltre 200 eventi gratuiti tra seminari, convegni, incontri e laboratori per tutta la famiglia; un programma dedicato ai bambini per fargli sperimentare, sin da piccoli, il bello del vivere green.

Da segnalare, sabato 4 ottobre alle 11.30 “Game Over, non è un gioco da ragazzi”, convegno sulla dipendenza da gioco d’azzardo a cura di: Fa’ la cosa giusta! Umbria in collaborazione con Regione Umbria. All’incontro interverranno Vito Foderà, autore televisivo e volto noto di MTV, Carla Casciari, vicepresidente Regione Umbria, Angelo Garofalo, Adoc- Uil Umbria, Libera Umbria, Annarita Cosso, Cittadinanzattiva. Tra gli spazi più interessanti in fiera c’è UmbriA+ Energia pulita e intelligente, dove sono in programma tante attività sul tema delle energie presso lo stand dedicato alla campagna di comunicazione denominata

iUMBRIA+. Sempre sabato, alle ore 11.30, in programma il seminario a cura della Società nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo, dal titolo esperienze mutualistiche e cooperazione sociale per un welfare sanitario più sostenibile: autorganizzazione dei cittadini, cooperazione sociale, mutualità possono essere punti chiave per un reale welfare di comunità. Ne parleranno insieme con alcuni esponenti della cooperazione sociale per presentare un modello di welfare solidale che vede insieme gli attori del non profit come fruitori e fornitori di servizi sanitari e socio sanitari per la cittadinanza, anche alla luce degli obblighi previsti dal CCNL delle Cooperative sociali in materia di sanità integrativa (art. 87). Alle 17.30 previsto il convegno la città condivisa con Orfeo Ambrosi, presidente Associazione Borgo Bello; Gregorio Arena, professore di Diritto amministrativo nell’Università di Trento e presidente di Labsus; Valter Canafoglia; segretario comunale ed ex responsabile Ufficio Partecipazione del Comune di Modena; Fabiola De Toffol, project manager e facilitatrice di processo, Studio P3_Poliedra Progetti in Partenariato; Raymond Lorenzo, city planner, The Umbra Institute Perugia; Viviana Lorenzo, architetto, facilitatrice del progetto C.A.R.O. Vicolo; David Montiel, mediatore sociale, Progetto Sme-City, Borgorete; Mariano Sartore, urbanista, professore aggregato di Programmazione urbanistica e di Pianificazione dei trasporti, Università di Perugia; Alessandra Valastro, professore di Diritto pubblico e Democrazia partecipativa, Università di Perugia, coordinatore di OPP Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*