Lo sport a Bastia Umbra: una questione di equità

a Bastia Umbra, sembra che ci siano “sport di Serie A” e “sport di Serie B”

Lo sport a Bastia Umbra: una questione di equità

Lo sport a Bastia Umbra: una questione di equità

A Bastia Umbra, sembra esistere una legge non scritta che determina un trattamento diverso tra le varie società sportive. Questa situazione solleva questioni di equità e inclusione, poiché lo sport dovrebbe essere un elemento fondamentale della comunità e un aspetto integrante della vita di ciascuno di noi.

Lo sport rappresenta inclusione, educazione e socialità. È un’attività che dovrebbe essere accessibile a tutti, indipendentemente dallo status o dalla posizione sociale. Tuttavia, a Bastia Umbra, sembra che ci siano “sport di Serie A” e “sport di Serie B”, creando una divisione che non dovrebbe esistere.

Questa non è una polemica, ma una constatazione. È un appello per l’equità nello sport, per i giovani di Bastia Umbra e per tutti coloro che credono nel valore dello sport. È un invito a dedicarsi allo sport con passione e dedizione, riconoscendo il suo ruolo fondamentale nella società.

Lo sport, come sancito dalla Costituzione, rappresenta la prima tappa di un percorso che mira a migliorare la qualità della vita delle persone e delle comunità. È parte delle indispensabili “difese immunitarie sociali” e un importante contributo per migliorare la qualità della vita delle persone e delle comunità.

Questo articolo è dedicato a Bastia Umbra, ai suoi giovani e a tutti coloro che credono nello sport. È un invito a riconoscere il valore dello sport e a lavorare per garantire che sia accessibile a tutti, senza distinzioni.

di Coraggi Fabio
Presidente Bastia Volley e Consulta dello Sport

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*