La Edil Rossi Bastia guarda avanti con Francesca Alessandretti

 
Chiama o scrivi in redazione


BASTIA UMBRA (PG) – Tirare su le maniche e riprendere ad allenarsi è la ricetta unica da seguire per la Edil Rossi Bastia che ha trovato la sua quarta sconfitta stagionale domenica sul campo del Filottrano. Una battuta d’arresto pesante che allontana momentaneamente il collettivo biancoazzurro dalla zona play-off della serie B1 femminile e che aumenta le difficoltà nel raggiungimento dello stesso traguardo, ma che non toglie molto alla bella stagione delle bastiole.

Il commento infrasettimanale è quello della centrale Francesca Alessandretti che ha esordito quest’anno nella terza categoria nazionale: «Passata oramai a metà stagione, posso felicemente affermare che le piccole paure che mi hanno accompagnata nella prima parte di questo nuova avventura in B1 se ne sono andate. I punti di domanda erano tantissimi, nuovi allenatori, nuove compagne, in un ambiente a me completamente sconosciuto. Tutti questi aspetti si sono rivelati felicemente positivi, il gruppo è fantastico e ad oggi unito più che mai. Ho imparato tanto e ciascuna delle mie compagne di squadra ha saputo darmi qualcosa».

Proveniente dalle categorie regionali, la più giovane della squadra (classe 1996) e anche l’unica giocatrice di Bastia Umbra, ha rilevato le differenze esistenti con un impegno più professionale ed importante.

«Sicuramente, come era inevitabile, l’ambiente è molto diverso rispetto a quello del campionato di serie D dove ho trascorso la passata stagione. L’impegno è grande, il lavoro in palestra molto duro e comporta molti sacrifici, ma le soddisfazioni che ne derivano sono altrettanto grandi e ripagano tutta la fatica fatta».

Un periodo davvero difficile per le ‘edili’ che si trovano nel bel mezzo degli scontri diretti che possono decidere il loro futuro, ma anche in questo caso non manca l’atteggiamento positivo dell’atleta che indossa il numero 12 sulle spalle.

«Veniamo ora dalla sconfitta a Filottrano, sicuramente pesante e che purtroppo ci colloca questa settimana al sesto posto della classifica. Siamo tornate in palestra a testa alta, cariche e motivate ad allenarci duramente in vista della trasferta ad Olbia che sarà sicuramente impegnativa sotto tutti i punti di vista. Le aspettative sono tante e la voglia di far bene e di dimostrare chi siamo è ancora di più».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*