Gestione finanziaria oculata e trasparente: il lascito dell’amministrazione Lungarotti

Un bilancio positivo e progetti futuri: l’eredità dell’amministrazione uscente a Bastia Umbra

Gestione finanziaria oculata e trasparente: il lascito dell’amministrazione Lungarotti

Gestione finanziaria oculata e trasparente: il lascito dell’amministrazione Lungarotti

Gestione oculata e trasparente – Oggi, in presenza del Sindaco subentrante Erigo Pecci, del Segretario Generale Marco Taralla, del Responsabile dei Servizi finanziari Luigi Mencarelli, e dell’Organo di Revisione costituito da Fausto Marchetti, Remigio Venanzi e Valerio Giunti, è stato firmato il Verbale di verifica straordinaria di cassa ai sensi dell’art. 224 del TUEL.

L’amministrazione uscente, guidata da Paola Lungarotti, lascia una situazione finanziaria solida, frutto di una gestione attenta e oculata. Nonostante gli investimenti in numerose opere che stanno progressivamente prendendo forma, l’amministrazione ha mantenuto un equilibrio finanziario e economico, come dimostra l’azzeramento dell’anticipazione di cassa, obiettivo raggiunto subito dopo il difficile periodo del Covid e delle sue conseguenze sull’andamento economico generale.

Dal 2022 ad oggi, la gestione attenta dei flussi di cassa ha permesso di non dover richiedere somme in anticipazione di cassa, evitando così un possibile scoperto di conto corrente. Questo ha portato a due importanti risultati: la possibilità di applicazione dell’avanzo non vincolato e il risparmio nella spesa per gli interessi passivi che sarebbero maturati sulle somme utilizzate con lo strumento dell’anticipazione di cassa.

L’amministrazione Lungarotti ha sempre agito con trasparenza, senza mai arrogarsi risultati non veritieri. L’avanzo di amministrazione, oggetto di attacchi e negatività durante la campagna elettorale, permette alla nuova amministrazione di operare fin da ora, previo il passaggio consiliare obbligatorio, senza dover aspettare tempi più lunghi per la necessaria restituzione dell’anticipazione.

Tra le proposte dell’amministrazione uscente figurano: l’assegnazione di contributi a fondo perduto per l’ammodernamento e il restyling delle attività commerciali esistenti; l’incremento dei fondi al Capitolo Cultura e Promozione del Territorio, in particolare per l’organizzazione degli eventi autunnali e natalizi; il rifacimento di Piazza Umberto I davanti alle Monache in continuità con Piazza Mazzini; lavori di manutenzione straordinaria per la riapertura della Passerella pedonale sul Tescio a Campiglione; l’acquisizione dell’area del Rione Portella, completando così l’assegnazione a tutti i rioni; la progettazione di un parcheggio da PRG nella zona di Ospedalicchio; un piano straordinario di manutenzione del verde e delle strade; l’incremento dei giochi nelle aree pubbliche; l’incremento dei fondi al capitolo Progettazioni per realizzare nuovi progetti di opere pubbliche. Questi progetti permetteranno alla città di essere pronta quando usciranno nuovi bandi di contributi pubblici per la realizzazione di tali opere.

1 Commento

  1. ma non è che la faraonica (o fantomatica) ciclopolitana rimarrà solo uno spot elettorale?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*