Lega Nord Bastia Umbra, i rionali bestemmiatori non vogliono il bene

Con gli insulti e le bestemmie non si va da nessuna parte urla, Luigi Tardioli coordinatore politico Lega Nord Bastia Umbra, possiamo solo dire VERGONA.

 
Chiama o scrivi in redazione


Bastia Summer Party, è attesa per evento estivo di PaliOpen

Lega Nord Bastia Umbra, i rionali bestemmiatori non vogliono il bene della festa e della Città

da Luigi Tardioli Lega Nord Bastia Umbra
BASTIA UMBRA – Non volevamo intervenire nella vicenda perché rischiamo di essere fraintesi ma gli insulti e le bestemmie sui social media che hanno coinvolto figure impegnate nel sociale nella nostra città ci hanno convinto a segnalare l’assurda situazione che si è generata. Non capiamo neanche il silenzio della Amministrazione chiamata in causa per via dei regolamenti. Ora fateci capire se la musica non va oltre la mezzanotte oppure oltre le due del mattino non si è GIOVANI.

Si dice che Bastia Umbra è una città morta per i GIOVANI la domanda sorge spontanea ma il palio c’è da tanti anni ed è andato avanti senza schiamazzi fino alle 3 di notte. Attaccare poi il comunicato della Suora che ha posto reali problemi oggettivi, anche se limitati al centro città segnalando situazioni di criticità di anziani e bambini beh questo rasenta la meschinità più totale.

Ora per essere giovani c’è bisogna di calpestare i valori della vita o addirittura del Palio stesso ma che rionali sono coloro i quali bestemmiano.

Riprendiamo una frase di un articolo precedente: Come vi sentireste se qualcuno vi suonasse la musica a palla sotto il letto dove dormite? Provate per un attimo a immaginarlo e viverlo sulla vostra pelle da persone anziane, malate o nelle vesti di un genitore che cerca di calmare il proprio figlio.

Beh cari bestemmiatori sicuramente io non ci sarò ma credo che Vi ricorderete di questa discussione se vi troverete e vi troverete nella stessa situazione descritta dalla Suora, la vita è cosi ed è una ruota, organizzatevi bene il Vostro futuro perché è li che andrete a VIVERE.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*