Maratona “Leggere la Memoria” dedicata alla Shoah, grande partecipazione delle scuole

 
Chiama o scrivi in redazione


Maratona “Leggere la Memoria” dedicata alla Shoah, grande partecipazione delle scuole

Una grande partecipazione delle scuole del territorio alle iniziative organizzate per la Giornata della Memoria che merita di essere divulgata e condivisa con la Comunità, specialmente oggi che pensiamo di vivere limitati nel tempo e nello spazio a causa della pandemia.

Quando si è chiamati a riflettere sul significato più profondo dell’esistenza umana, sul rispetto dei suoi diritti inalienabili, sulla diversità come ricchezza e opportunità, allora non è necessario avere un determinato spazio e un definito tempo per rifletterci. Superiamo le barriere, riorganizziamo gli incontri, ci rendiamo disponibili a prescindere dal contesto.

© Protetto da Copyright DMCA

E’ quanto ha dimostrato La Maratona di letture Leggere la Memoria  dedicata alla Shoah che vede la partecipazione di 35  classi, 875 tra alunni e alunne delle nostre scuole, tutti connessi, tecnicamente tramite la piattaforma coordinata dalle responsabili della Biblioteca Comunale “A. La Volpe”, emotivamente per gridare al mondo: mai più! Come ci ricorda Anna Frank “Quel che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo”, i nostri ragazzi e le nostre ragazze hanno profondità che mal si adattano a questo mondo sempre più insensibile, rancoroso, cinico, vittima a sua volta del progresso scambiato per lo più in sopraffazione e supremazia.

Una Maratona per non dimenticare, per non cancellare; un incontro tra studenti e studentesse per lasciare viva la memoria e renderla anno dopo anno un “filo spinato” questa volta non per separare le persone ma per separare la vergogna dalla dignità di ciascuno di noi. Non rispondiamo al perché è accaduta tale infamia, non l’unica disgraziatamente della storia, rispondiamo al perché dobbiamo ancora oggi ricordarla:

“Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo”, questa frase incisa in trenta lingue su un monumento nel campo di concentramento di Dachau riassume il perché dobbiamo oggi e sempre ricordare.

Grazie cari ragazzi e care ragazze, grazie cari docenti per la vostra partecipazione alla Maratona di lettura per la Shoah, tutti vincitori, nessuno escluso. (Dichiarazione del Sindaco Paola Lungarotti)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*