BASTIA UMBRA, EDIL ROSSI VOLLEY, GATTO: “GUARDARE AL DERBY”

 
Chiama o scrivi in redazione


Palazzetto dello sport viale Giontella
Palazzetto dello sport viale Giontella
Palazzetto dello sport viale Giontella

BASTIA UMBRA (PG) – Per sapere come si cambia umore, passando da uno stato di delusione ad uno di gratificazione nel giro di una settimana chiedere alla Edil Rossi Bastia che, dopo aver accusato una sconfitta interna contro Firenze, è andata ad espugnare la tana della capolista Pesaro.Un autentico capolavoro quello realizzato dalle biancoazzurre nella settima giornata stagionale di serie B1 femminile, un risultato tanto sorprendente quanto rotondo quello messo a segno nella gara esterna che ha cambiato totalmente il sentiment delle squadre di vertice.

Il girone del centro Italia si è riscoperto equilibrato, adesso non c’è più una leader inavvicinabile, ora è quanto mai aperta la lotta per le posizioni che contano, la classifica vede sei squadre in un piccolo fazzoletto, tra la seconda e la nona sono solo due i punti di differenza.

A tornare sul successo è la regista Eleonora Gatto che ripercorre i giorni precedenti la partita: «L’unico modo per superare una sconfitta come quella subita contro il Firenze era rispondere con una prestazione di alto livello, e giocare con la prima in classifica rappresentava la nostra opportunità per scrollarci di dosso un periodo un po’ difficile. Ci siamo concentrate tutta la settimana su noi stesse, sulle nostre lacune e sulle nostre potenzialità; avevamo incontrato Pesaro già prima dell’inizio del campionato ed avevamo avuto modo di vedere l’elevato livello delle nostre avversarie. Inoltre, rispetto ad allora, eravamo consapevoli che sarebbe stata presente l’opposta Caterina Gioia che rappresenta sicuramente un punto di riferimento per il loro gioco. Siamo andate in trasferta consce del fatto che potevamo far bene, che volevamo far bene. La pallavolo è questa, la settimana prima perdi, quella dopo vinci».

Di sicuro l’esito della prima frazione di gioco è stata determinante per ottenere un risultato positivo e la palleggiatrice ventottenne lo riconosce, individuando nell’atteggiamento mentale della squadra l’arma vincente.

«Penso che il finale del primo set sia stato il punto di svolta della partita, sul 23-24 in nostro favore l’arbitro ha reputato buona una battuta delle marchigiane che secondo noi era finita nettamente fuori. Potevamo farci prendere dalla rabbia o dalla frenesia, invece siamo rimaste lucide e siamo riuscite a ribaltare anche un successivo break di svantaggio. Io non facevo altro che ripetermi “Leo stai calma, Leo ragiona” e questo credo sia stato il comportamento ideale. Vorrei sottolineare la sportività del Volley Pesaro, pubblicare un video con scritto ‘onore agli avversari’ non è da tutti».

Soddisfazione per l’atleta di origine romana che non dimentica però di tenere i piedi per terra, anche perché all’orizzonte c’è un’altra sfida difficilissima da affrontare con la massima concentrazione, uno dei tre derby umbri della stagione.

«Siamo tornate in palestra cariche perché sabato ci aspetta un match complicato, visto che Todi verrà sicuramente a farci visita per fare la partita della vita e non vogliamo farci trovare impreparate. Ripartiamo dalla consapevolezza nei nostri mezzi per cercare di ripetere la buona prestazione».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*