Cagnolino azzannato da un Pitbull a Bastia, guardate come l’ha ridotto [FOTO]

Grazie alle cure del dottor Lamberto Di Fabrizio il cane ora sta bene

 
Chiama o scrivi in redazione


Cagnolino azzannato da un Pitbull a Bastia, guardato come l'ha ridotto

Cagnolino azzannato da un Pitbull a Bastia, guardato come l’ha ridotto

BASTIA UMBRA – Un cagnolino è stato azzannato da un pitbull a Bastia Umbra. E’ successo mercoledì 23 agosto, intorno le 22 e a raccontare l’episodio è stato lo stesso padrone del cagnolino ferito. «Portavo a spasso il cane, ero all’altezza del parcheggio dietro i palazzi Falcinelli a Bastia Umbra, quando il mio cane ha notato la presenza del pitbull.

Sono tornato subito sui miei passi per evitare l’incontro, ma il pitbull che non era legato (non aveva nemmeno il collare) si è avventato contro il mio cane bloccandolo a terra sotto di lui, azzannandolo al collo.

La proprietaria del pitbull è arrivata e chiedeva aiuto per liberare il cane, ma nonostante i colpi in testa con il guinzaglio, il pitbull non mollava. Per fortuna una signora che aveva assistito a tutta la scena è arrivata munita di bastone ed è riuscita a far mollare la presa al cane, permettendo così al mio di fuggire. Grazie alle cure del dottor Lamberto Di Fabrizio il cane ora sta bene».

1 Commento

  1. Se il cane è riuscito a fuggire significa che il recinto non è utile a contenerlo quindi deve essere tenuto legato o abilitare il recinto e rendere impossibile superarlo. Non è la prima aggressione a bastia da parte di queste razze di cani io penso se dovesse succedere ad un bambino. Questi cani devono essere addestrati così come i padroni ad essere capaci di bloccarli in qualsiasi evenienza ma pochi lo fanno. Avere una assicurazione per il cane non ci rende tranquilli o no

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*