Iniziativa “DonaRione” a Bastia Umbra per la donazione del sangue

Organizzata dall'AVIS Comunale di Bastia Umbra ed Ente Palio de San Michele e avente al centro il tema della donazione del sangue

Iniziativa "DonaRione" a Bastia Umbra per la donazione del sangue

Iniziativa “DonaRione” a Bastia Umbra per la donazione del sangue. Da Giulio Provvidenza – Presidente AVIS Comunale di Bastia Umbra” – Con l’accordo tra le parti verrà prorogata di una settimana (concludendosi l’11 Settembre) l’iniziativa “DonaRione”, organizzata dall’AVIS Comunale di Bastia Umbra ed Ente Palio de San Michele e avente al centro il tema della donazione del sangue. Tale iniziativa prende spunto dalla vicina AVIS Comunale di Assisi che già in passato ha concepito un analogo progetto con l’Ente Calendimaggio.

Dopo i primi contatti tra le due realtà bastiole, avvenuti in occasione della cinquantesima edizione del Palio de San Michele, si sono compiuti passi avanti giungendo a questa iniziativa, semplice ma efficace: nel periodo estivo che precede la festa patronale i rionali aderenti andranno a donare il sangue, verranno redatte delle apposite classifiche e il rione che avrà compiuto più donazioni riceverà un premio in acquisto di materiale per la realizzazione della propria sfilata.

Questo progetto, pur nella sua banalità ha una serie di ripercussioni positive: l’estate è un periodo in cui notoriamente si registrano cali più o meno vertiginosi delle donazione del sangue, a causa delle ferie, del caldo e dei virus Zika e del Nilo Occidentale; inoltre i rioni costituiscono un tessuto cittadino molto vivo, con forte presenza di giovani e rendere i loro membri dei donatori periodici garantirebbe un aumento consistente delle donazioni e del riconoscimento dell’importanza del dono del sangue.

Commenta il Presidente Giulio Provvidenza “Mi auguro che questa iniziativa possa diventare presto un appuntamento consueto, che si ripeta di anno in anno con sempre maggiore partecipazione; d’altro canto però non lo considero un punto di arrivo, bensì una tappa importante di un processo, tutt’altro che esaurito, che porti AVIS ed Ente Palio a collaborare sempre più intensamente e frequentemente. L’Associazione è già a conoscenza della presenza di diversi donatori in tutti e quattro i rioni e coglie l’occasione per ringraziarli del loro prezioso gesto, ma in questa occasione gli si chiede di compiere un passo ulteriore: di farsi portavoce di questa “buona pratica” invitando i loro rionali pigri o timorosi a vivere questa esperienza, emozionante quanto utile.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*