Bastia, Cairoli fa chiarezza sulle commissioni consiliari

 
Chiama o scrivi in redazione


Rassegna stampa del Giornale dell’Umbria
BASTIA UMBRA – Dopo la ridda di voci sull’assetto delle Commissioni consiliari scende in campo, Jacopo Cairoli, consigliere comunale eletto nella fila di Bastia Popolare. «Per correttezza di informazione scrive Cairoli sono obbligato a chiarire una volta per tutte la vicenda che riguarda le Commissioni consiliari, dato che in alcune testate giornalistiche si riportano fatti non aggiornati e che quindi possono trarre in inganno». «La maggioranza ha aggiunto ha deciso per le presidenze delle commissioni fin dal 23 giugno, il giorno prima del primo Consiglio comunale. Gli accordi prevedono la presidenza della Prima commissione a Bastia Popolare, della seconda a Forza Italia, della terza all’opposizione e il delegato del sindaco alla Commissione per la Qualità Architettonica ed il Paesaggio ad Ansideri Sindaco. Ciò che è avvenuto nella Conferenza dei capigruppo del 03 luglio è stato chiarito dal capogruppo di Bastia Popolare, Fabrizia Renzini, all’interno della maggioranza. Non ci saranno variazioni a questo schema né per ripensamenti dei singoli Consiglieri Comunali né per articoli di giornale che vadano in altre direzioni. Il “dossier Commissioni” non è mai esistito, la maggioranza non è mai stata divisa per questo ed infatti rispetterà gli accordi presi. Nella prima riunione della prima Commissione del 16 luglio non è stato votato il presidente perché Fabrizia Renzini era in vacanza e la decisione di rinviare il voto è stata presa all’unanimità».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*