Consiglio Comunale, le azioni del Movimento 5 Stelle Bastia Umbra

Un ordine del giorno per un'azione di supporto ai cittadini e alle piccole imprese che versano in stato di sovraindebitamento

Movimento 5Selle nostre considerazioni su consiglio comunale 14 marzo

Consiglio Comunale, le azioni del Movimento 5 Stelle Bastia Umbra

Sono sempre più i cittadini e le piccole imprese che a causa della pandemia stanno vivendo una profonda crisi economica e sociale e, la cosiddetta Legge ‘salva suicidi’ (l. n. 3/2012) ha introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento misure strutturali dedicate alle esigenze, non solo dei soggetti che hanno subito o rischiano di finire nella trappola di usurai ed estorsori, ma che, più in generale, versano nella incolpevole incapacità di adempiere regolarmente alle obbligazioni assunte. L’esperienza maturata in questi anni di applicazione della legge sul sovraindebitamento ha evidenziato una scarsa conoscenza dovuta al mancato orientamento informativo delle piccole imprese e, più in generale dei cittadini, sull’esistenza di strumenti destinati a proteggere le persone che versano in stato di sovraindebitamento con lo scopo di evitare che le difficoltà economiche si trasformino in un dramma sociale, in particolare dopo 2 anni di pandemia.

Di qui la necessità di intervenire.

Durante la terza commissione di venerdì sera sia il sindaco Paola Lungarotti sia l’Assessore Valeria Morettini hanno concordato che sia indispensabile anche per il comune di Bastia Umbra adottare tale iniziativa nell’ambito dello spazio destinato al coworking di via Cesare Battisti.

L’Assessore Morettini ci ha quindi illustrato l’intenzione del comune di stipulare un’intesa con l’Ordine dei Dottori Commercialisti per agevolare e sostenere il cittadino che si trovi in una situazione di eccessivo indebitamento.

A tal fine, abbiamo ritenuto opportuno modificare il nostro ordine del giorno per far sì che il nostro indirizzo volto a tutelare cittadini e piccole imprese in difficoltà fosse condiviso anche con la maggioranza per poterlo realizzare concretamente affinché coloro che sono sovraindebitati evitino di rivolgersi ad organizzazioni usurarie e/o mafiose, che proponendo facili, quanto irrealizzabili soluzioni, di fatto si approfittino della loro fragilità.

Il consiglio comunale di martedì prossimo sarà l’occasione per discutere delle ecoisole intelligenti.

Qui il nostro punto di vista è diametralmente opposto a quello della maggioranza e, restiamo convinti che tale operazione sia un gigantesco passo indietro rispetto all’effettiva salvaguardia dell’ambiente e la chiusura del ciclo dei rifiuti con la strategia delle 5 R che fu introdotta in Italia ben 25 anni fa col Decreto Ronchi.

Riduzione, riuso, riciclo, raccolta e recupero: queste sono le strategie per ridurre i rifiuti sia nel nostro piccolo che in scala globale che il Movimento 5 Stelle ha sempre auspicato.

In quest’ottica abbiamo accolto con soddisfazione l’assegnazione al nostro comune del finanziamento del bando del ministero della transizione ecologica per l’installazione della macchina mangiaplastica.

2 anni fa presentammo un ordine del giorno proprio a questo scopo, recependo la misura fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle e dal già ministro dell’Ambiente Sergio Costa, contenuta nel Decreto Clima per coinvolgere i comuni nella grande sfida del trattamento della plastica.


Fonte: MoVimento 5 Stelle Bastia Umbra


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*