Presentato il programma della 60esima edizione del Palio de San Michele

Presentato il programma della 60esima edizione del Palio de San Michele

Mercoledì 31 agosto 2022 la Sala del consiglio del Comune di Bastia Umbra ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della 60a edizione del Palio de San Michele. Dopo il Manifesto è stato presentato il Programma ufficiale. Tra le novità di questa storica edizione c’è senz’altro il corteo storico di tutti gli ex capitani di questi 60 anni di Palio, il corteo di tutti i presidenti e coordinatori dell’Ente Palio che si sono susseguiti negli anni, il premio al miglior carro e, soprattutto, un calendario di eventi speciali per celebrare la 60a edizione con mostre itineranti collocate in varie zone della città. Sono intervenute alla conferenza stampa la sindaca di Bastia Umbra Paola Lungarotti e la Presidente dell’Ente Palio Federica Moretti. 

La Sindaca di Bastia Umbra Paola Lungarotti ha aperto la conferenza stampa con emozione e coinvolgimento:

“Dopo le note vicende di questi due anni terribili, è un grande onore per noi ritrovare il Palio de San Michele nella sua forma originale. Un piacere enorme che genera un entusiasmo contagioso. Un’alchimia meravigliosa che si accende fondendo i 4 colori che costituiscono il Palio stesso. Un’emozione indelebile, soprattutto per me che sono una bastiola doc.

Il Palio è figlio di tutti coloro che l’hanno dentro al cuore. La partecipazione di così tante persone che si sono alternate nel tempo, rende la città di Bastia Umbra unica nel suo genere, per collaborazione, per aggregazione e voglia di fare rete. Sono questi i valori imprescindibili che costituiscono il nostro amatissimo Palio.

Quest’anno poi la festa raggiunge un bellissimo traguardo: 60 anni. Una ricorrenza prestigiosa, anche perché è coetanea alla mia età (ride, ndr). Per questo dico che è un traguardo minimo e la mia aspirazione è che questa manifestazione riesca a rinnovarsi perennemente poiché non ha rapporti reali con il tempo, anzi… Il Palio ha valori che vanno oltre una data e si cimentano nella ricchezza culturale e storica di tutta la comunità. Un bene immateriale che rafforza la voglia di vivere insieme.

È proprio da questi principi che due anni fa abbiamo istituito il premio al San Michele d’Oro. Quest’anno, grazie soprattutto al lavoro svolto dall’ufficio cultura è nato un regolamento che è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale che ha reso quest’istituzione ufficiale. Quando l’Ente Palio ha presentato la candidatura di Teresa Morettoni non abbiamo avuto dubbi e, posso pure fare un’anticipazione, un San Michele d’Oro sarà riservato tutto per lei.

Questo riconoscimento è minimo rispetto a tutto quello che lei ha fatto sia per il Palio che per la nostra comunità. La sua figura ci manca veramente tanto e quest’enorme vuoto sarà sicuramente evidenziato dal 19 di settembre in poi quando la festa entrerà nel vivo. Grazie a questo premio Teresa Morettoni non sarà soltanto ricordata a livello emozionale ma avrà anche una riconoscenza istituzionale.

Quindi, grazie. Grazie da parte di tutta l’Amministrazione Comunale e non solo. Penso di rappresentare veramente tutta la mia città e a nome di ogni singolo cittadino di Bastia Umbra ringrazio tutti quelli che hanno profuso un grande impegno e una grande dedizione nella realizzazione di questa 60° edizione. Un Palio che è il momento clou della nostra comunità e che non si concretizza solo in un periodo ben definito del calendario ma che è sempre presente e vivo tutto l’anno dentro al nostro cuore. Perciò, con sentita commozione, non vedo l’ora di respirare nuovamente le atmosfere magiche che solo il Palio de San Michele ci sa regalare. Lascio la parola alla Presidente dell’Ente Palio Federica Moretti e colgo l’occasione per ringraziare  il coordinatore Alioscha, i 4 capitani e tutti i rionali che stanno di nuovo raggiungendo questi grandi obiettivi che li ha caratterizzati in 60 anni.”

Con grande entusiasmo la Presidente dell’Ente Palio Federica Moretti ha preso la parola illustrando il nuovo manifesto per poi elencare gli aspetti e tutte le novità di questa fantastica 60esima edizione.

“Siamo tornati! E lo dico con grande emozione e non poca commozione. Siamo tornati anche se in questi due anni abbiamo comunque cercato di rendere vivo lo spirito del Palio. Finalmente oggi siamo qui a presentare la  60° edizione del Palio come lo conosciamo. Un Palio che sicuramente sarà più emozionante del solito poiché con esso  riparte anche tutto il motore emozionale che ci ha fatto innamorare di questa festa.

Ricordiamo che il Palio è fondato sul volontariato ed ha enorme necessità di emozioni perché è proprio da queste che nasce il nostro lavoro. Quest’anno abbiamo anche 4 nuovi capitani che ringrazio anticipatamente per tutto quello che stanno facendo. Noi torneremo dal 19 al 29 settembre e cercheremo di onorare al meglio questa 60° edizione. Grazie all’aiuto dei rionali abbiamo anche creato una vera e propria commissione del 60° che ha ideato e sviluppato una serie di eventi che si svolgeranno all’interno della nostra città. Ci saranno varie mostre itineranti: una sarà dedicata esclusivamente alla lizza con le fotografie di tutte le prime frazioni che hanno avuto vita in questi 60 anni. Un’altra sarà dedicata alle sfilate e andrà in scena al Centro San Michele.

Ci sarà anche quest’anno il Palio dietro le Quinte giunto alla sua 11° edizione. Sotto il conservone dell’acqua ci sarà una mostra artistica dove saranno ritratti i momenti più emozionanti del Palio. Presso l’Auditorium di Sant’Angelo ci sarà “Bastia e il suo Palio. 60 anni tra sacro e profano”, una mostra interamente dedicata a Teresa Morettoni. Infine, per ricordare questi due anni nefasti che ancora oggi rappresentano  un peso per la nostra anima, durante la pandemia abbiamo realizzato 4 sculture di San Michele Arcangelo che saranno esposte presso la Rocca Baglionesca. Questi sono solo alcuni degli eventi correlati al programma ufficiale che, come di consueto, prenderà vita il 19 settembre.

Quest’edizione sarà caratterizzata da numerose novità. Ci sarà un corteo storico che riguarderà tutti gli ex capitani dei rioni di questi 60 anni e tutti gli ex presidenti e coordinatori dell’Ente Palio. D’altronde, è necessario portare con noi il passato per poterci proiettare verso il futuro. Ecco perché, cosa ormai nota, tutto il nostro Consiglio Direttivo ha sempre coinvolto le scuole. Per avere un futuro più roseo il Palio ha bisogno di entrare nel cuore di tutti i bambini che ci vivono dentro.

Tuttavia, la novità più grande di quest’edizione riguarda l’istituzione di un nuovo premio: il riconoscimento al miglior Carro! Anche qui è stata costituita una commissione speciale di rionali e sarà un’emozione nuova vedere quale carro si aggiudicherà la prima edizione. Ringrazio quindi i 4 capitani, il Consiglio Direttivo dell’Ente Palio, l’Amministrazione Comunale e il Coordinatore Alioscha Menghi perché senza di lui per me sarebbe impossibile andare avanti in questo ruolo. Ringrazio infinitamente i membri di entrambe le Commissioni, sia quella del 60° che quella del premio al miglior carro. Ma il ringraziamento più grande va senz’altro ai rionali che ce la stanno mettendo davvero tutta! Senza di loro ripartire sarebbe stato impossibile. Non mi rimane altro da dire se non che… il Palio fa la forza! Buon Palio a tutti.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*