Covid Bastia Umbra, il numero dei casi è sceso notevolmente

 
Chiama o scrivi in redazione


1 e 2 Novembre accesso ai cimiteri nel rispetto delle norme anti covid

Covid Bastia Umbra, il numero dei casi è sceso notevolmente

A Bastia Umbra il numero dei positivi al Covid-19 è sceso notevolmente, l’ultimo aggiornamento sul portale regionale della Protezione Civile registra 77 casi. In parallelo sono aumentati in maniera esponenziale i guariti, 900. Dati confortanti, che ci permettono di accogliere le festività imminenti con un accenno di serenità e che nel contempo sono un forte segnale a proseguire sulla strada dell’attenzione alle regole e alle norme di sicurezza emanate dagli Enti preposti.

© Protetto da Copyright DMCA

Il Sindaco Paola Lungarotti: “Rispettiamo i comportamenti imposti dalla Zona Rossa, è un dono che possiamo fare in un Natale diverso come è questo che ci accingiamo a vivere, dove il dono più bello è proprio il sacrificio che tutti noi possiamo fare di rispettare le regole, per la nostra salute e per quella dei nostri cari. A Natale doniamo questo “sacrificio”, perché sta dando evidenti risultati e siamo memori di aver visto nei mesi appena trascorsi crescere enormemente la curva dei contagi e ci siamo sentiti spaventati, abbiamo provato emozioni negative che speriamo di non dover ripercorrere. Con l’occasione l’augurio che sento di fare alla nostra Comunità è quello di poter vivere le festività natalizie nel segno della Luce e della Speranza”.

5 Commenti

  1. Bene, così tra qualche giorno si può riorganizzare qualche evento “raduna persone”, come fatto a settembre, per farci del male la fantasia non manca, restiamo in attesa.

  2. Ma allora ce l’hai con il Palio di San Michele , dillo chiaramente che sei antipalio una volta per tutte .
    In un tuo intervento a proposito del numero dei contagi in aumento , la causa era da attribuire alla tre giorni del palio , ora i casi calano allora si può riorganizzare qualcosa. Io mi vergognerei di essere bastiolo , di speculare su questa brutta situazione che in tutto il mondo si replica , di speculare su quanto viene dichiarato in merito , ma soprattutto di non essere ancora espatriato verso la cima di un monte dove nessuno ti possa individuare .A fronte di ciò mi preoccupa comunque il silenzio dei dirigenti dell’ente palio che si fanno fustigare in silenzio .

  3. Caro “fai finta di niente”, io non sono contrario a nulla di ciò che fa parte del vivere umano, palio compreso, ma ignorare quello che può essere pericoloso per gli altri, non è speculare, ma essere oggettivi nei confronti di una tragedia che riguarda tutti, tu compreso. Quindi falla finita di affrancare con spiegazioni cervellotiche tutti coloro che esprimono la loro opinione. Ognuno è libero di esprimersi nei limiti della correttezza, soprattutto in tempi come questi dove basta poco per generare criticità. Non ti permettere più di dire a chiunque di espatriare in cima ad un monte. Innanzitutto studia la lingua italiana, “espatriare” significa andare via dall’Italia, quindi rimango a Bastia in pianura. Inoltre non invocare aiuti in tuo sostegno, se hai gli attributi fai ciò che reputi giusto in prima persona, non cercare l’aiuto del branco, ma per far questo ci vuole altro.

  4. Appunto , sono libero di esprimere il mio pensiero , e lo esprimerò sempre nella forma che ritengo opportuna senza mai offendere .
    Se ti accalori così tanto è perché non sopporti chi non la pensa come te , oppure perché quanto dici è il vangelo . Mi piace dare risalto alle evidenze.

  5. Non mi pare che non offendi, dire che uno deve espatriare (impara l’italiano) e andare sopra un monte per ciò che dice, non credo che sia una battuta né simpatica e né civile. Oppure non ti rendi conto di quello che scrivi o lo fai volutamente perché ti nascondi dietro un nickname, il che sarebbe ancora peggio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*