‘In strada con sicurezza’, termina a Bastia Umbra il tour su guida sicura

 
Chiama o scrivi in redazione


BASTIA UMBRA – Sembra essere riuscita, anche nell’ultima tappa a Bastia Umbra, l’idea di portare nelle principali piazze la cultura della sicurezza stradale. Dopo Perugia e Ponte San Giovanni, infatti, domenica 13 luglio, il progetto ‘In strada con sicurezza’ ha portato, nell’area antistante allo stadio bastiolo, più di qualche curioso a testare il proprio livello di guida, controllare la propria auto e conoscere più da vicino la tecnologia messa a disposizione per l’assistenza satellitare del veicolo. Un vero e proprio tour, pensato per sensibilizzare gli automobilisti al valore della sicurezza stradale, andato avanti per due mesi e promosso a titolo gratuito dall’associazione no profit Centro guida sicura, composta dalla rete di officine Bosch car service dell’Umbria, l’autoscuola Sprint e l’agenzia Allianz assicurazioni di Perugia. “C’è ancora da lavorare – ha detto Emanuele Ciaccio, referente Bosch car service Umbria -, anche se in questa tappa, rispetto alle altre, abbiamo trovato autoveicoli in buono stato. Ripeteremo quest’iniziativa perché comunque ci ha dato molte soddisfazioni dal punto di vista delle presenze. Per le prossime date struttureremo qualcosa di nuovo e di maggiormente accattivante, perché vogliamo portare ancora più persone e toccare più piazze”.

Durante la giornata i cittadini hanno avuto la possibilità di partecipare a corsi di guida tenuti dagli istruttori dell’autoscuola, di chiedere controlli visivi e diagnostici sui sistemi di sicurezza delle proprie auto ai tecnici Bosch e ricevere informazioni sul servizio telematico ‘Sesto senso’, nato per la gestione delle emergenze di guida e promosso da Allianz. All’evento ha partecipato anche Stefano Vinti, assessore alla sicurezza stradale della Regione Umbria, che si è detto soddisfatto della riuscita della manifestazione. “Penso che il bilancio sia positivo – ha sottolineato l’assessore regionale -. Una cultura della sicurezza stradale è ciò di cui abbiamo bisogno perché lo stato di incidentalità sulle nostre strade è ancora alto, anche se l’Umbria nel 2012 è stata la regione d’Italia che ha maggiormente diminuito il grado di incidentalità. La nuova legge sulla sicurezza stradale fa perno su una nuova idea di progettualità delle infrastrutture e sulla diffusione della cultura della sicurezza stradale con iniziative come questa, grazie alla collaborazione tra più soggetti”.

“Quello che ho notato – ha detto Alessio Bertoni, presidente Centro guida sicura e titolare autoscuola Sprint – è che la gente non era proprio preparata come doveva. C’è bisogno di organizzare questi eventi e rendere i corsi di guida sicura obbligatori per i patentati. Ringrazio l’amministrazione comunale bastiola per averci permesso di organizzare la manifestazione”. “L’obiettivo pienamente riuscito – ha concluso Raffaele Falcetta, agente Allianz Perugia – è quello di essere andati alla radice del gravissimo problema degli incidenti stradali. Bisogna cominciare a ragionare sulle soluzioni di alcuni fattori, tra cui una guida corretta, lo stato di efficienza del veicolo e la tecnologia a disposizione per l’assistenza satellitare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*