PD, rifiuti: ennesimo ribaltone. Basta prendersi gioco dei cittadini!

PD, rifiuti: ennesimo ribaltone. Basta prendersi gioco dei cittadini!

Dopo aver negato per anni che il disagio di dover conservare i rifiuti in casa, esporre e ritirare il mastello, riportare all’interno della propria abitazione i contenitori lasciati in balia di randagi o altro, improvvisamente e con una documentazione fotografica da fare invidia ai suoi critici più accaniti, l’Amministrazione Lungarotti ha illustrato i disastrosi risultati del sistema da loro introdotto 8 anni fa ed ha decretato il funerale del mastello e il ritorno alle isole ecologiche seppur informatizzate.


Fonte Ufficio Stampa
PD Bastia Umbra


Le assemblee pubbliche tenutesi a Costano e a Bastia Centro nei giorni scorsi, a decisione già presa, hanno rasentato il ridicolo. Si è scatenato un dibattito accesso quando è stata annunciata l’ennesima rivoluzione in tema rifiuti che copre solo il 30% del territorio e della popolazione, ma di gran lunga la più costosa per tutti i contribuenti, a causa dei metodi sperimentali scelti. Contestato dai presenti anche il posizionamento che può raggiungere una distanza fino a 150mt dalle abitazioni.

I cittadini hanno chiesto a gran voce alla Sindaca se il nuovo sistema proposto riducesse almeno i costi; naturalmente la risposta è NO “Dovremo ammortizzare i 600.000 euro delle ecoisole informatizzate”. Questa è l’Amministrazione che aveva a cuore i cittadini?

Le 26 ecoisole sono già sul nostro conto e a questo punto non ci rimane che chiedere almeno di limitarne i danni, posizionandole in prossimità dei condomini più grandi del centro nel raggio massimo di 50 mt, di proseguire con il porta a porta(anche col sistema tris) per chi è oltre i 50mt di distanza dalle ecoisole evitando di costringere i cittadini a percorrere fino a 150 mt col rischio di dover riportare indietro i rifiuti se lo sportello non si apre, come sovente succede con le ecoisole informatizzate sperimentali già presenti nella zona. Un cittadino ha chiesto alla Sindaca se non fosse una soluzione poco igienica toccare tasti sporchi dato il periodo pandemico; la risposta “Portatevi un paio di guanti da casa”.

Dov’ è l’Amministrazione che aveva a cuore i cittadini? Ultima cosa, i mastelli anche se non servono più ci è stato assicurato che rimarranno ai proprietari. Un grazie all’Amministrazione, siamo commossi! Basta prendersi gioco dei cittadini! Segreteria PD Bastia

2 Commenti

  1. Non ho avuto modo di leggere un’informazione completa emessa dal comune sul nuovo piano gestione rifiuti sulle zone interessate e il posizionamento delle ecoisole . Chi può darmi un link al documento , se esiste ? Grazie.

  2. Come faranno le persone anziane e con disabilità a potare ogni giorno la spazzatura anche sotto le interperie del clima e con il traffico automobilistico?
    Non è per caso che così il comune riduce le spese per la gestione del personale addetto al ritiro dei mastelli?
    Dove vanno a finire i soldi risparmiati dal comune?
    Alle persone anziane e con disabilità, non ci pensa il comune?…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*