Posizionata una enorme ecoisola in piazza Mazzini all’interno dell’Insula romana

 
Chiama o scrivi in redazione


Posizionata una enorme ecoisola in piazza Mazzini all’interno dell’Insula romana

Lega Bastia Umbra: “Nessun rispetto per la storia della nostra città”

“Posizionata una enorme ecoisola in piazza Mazzini all’interno dell’Insula romana: “è questo è il tanto sbandierato rispetto per la storia della nostra città?”. Ad affermarlo i consiglieri della Lega Catia degli Esposti e Gessica Migliorati dopo che l’amministrazione comunale ha collocato un enorme cubo adibito alla raccolta differenziata nel cuore della città, che va ad aggiungersi agli altri sparsi nel centro storico.


Fonte: Lega Umbra


“Dopo due anni e mezzo di attese – spiegano i consiglieri Lega – questa è la prima vera azione compresa nelle politiche per la gestione, valorizzazione e sicurezza del territorio che l’amministrazione Lungarotti compie per il centro storico: collocare un enorme secchio dell’immondizia nel centro storico di Bastia. E’ questo il restyling e la riqualificazione del centro storico? Questo è non rispetto per la storia della nostra città.

Oltre all’ecoisola di piazza Mazzini, cosa dire di quella installata a ridosso del camminamento che collega il Monastero delle Benedettine al proprio orto, nell’incuranza più totale senza il rispetto per un edificio vincolato e per le norme di sicurezza non essendoci né un marciapiede né strisce pedonali? Per non parlare dell’enorme secchio posto all’inizio di viale Giontella o quello posto in Via Roma davanti ad un noto negozio di abbigliamento.

Una scelta per la quale abbiamo espresso tutte le nostre perplessità negli incontri di presentazione del nuovo servizio per Bastia centro e Costano – spiegano i consiglieri – salvo scoprire che era già stato tutto deciso.

Le ecoisole erano sicuramente un buon supporto al sistema di raccolta attualmente in vigore, ma ora dimostreranno tutti i loro limiti sia per una questione di decoro urbano e qualità del rifiuto, ma anche per un maggior impegno da parte dei cittadini per il conferimento.

Tutto questo per non aver voluto risolvere in modo facile alla questione rifiuti presso i condomini dove la raccolta con i mastelli aveva da subito dimostrato la propria carenza. E nonostante fosse tutto già pronto il piano dei rifiuti 2022 non è stato inserito nel bilancio preventivo 2022 approvato a fine dicembre. Bastia ed i Bastioli meritano più rispetto”.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*