Lega Bastia: “Il Documento unico di programmazione lascia irrisolti i problemi della città”

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega, Amministrazione arrogante nella cattedra del consiglio comunale

Lega Bastia: “Il Documento unico di programmazione lascia irrisolti i problemi della città”

Dopo quasi tre mesi torna a riunirsi il consiglio comunale di Bastia Umbra. Due i punti principali all’ordine del giorno: l’approvazione del Documento unico di programmazione 2021/2023 , il regolamento comunale per la disciplina delle missioni e rimborsi spese sostenuti dagli amministratori comunali, oltre alle innumerevoli interrogazioni protocollate dalle forze di minoranza in questo lungo periodo di inattività del consiglio comunale.

© Protetto da Copyright DMCA

“E’ balzato subito agli occhi come il tanto sospirato nuovo Prg per il territorio di Bastia Umbra, la cui adozione parte strutturale era stato promesso in campagna elettorale, stia diventando una vera barzelletta – spiegano i consiglieri del Gruppo Lega Catia degli Esposti e Jessica Migliorati – Nella documentazione ricevuta a marzo dal progettista incaricato manca la documentazione ambientale, la commissione di qualità architettonica richiede una integrazione dello studio idraulico, il piano del traffico è un elemento necessario, richiesto dalla Regione.

Ma l’amministrazione dopo aver perso due anni con un incarico, poi revocato, è rimasto al palo. L’assessore Fratellini ha più volte affermato in consiglio comunale che a Bastia non serve un nuovo Prg: una vera è propria presa in giro per la comunità bastiola e confidiamo che il sindaco se ne renda conto”. Prosegue il Gruppo Lega: “Sul tema della riqualificazione urbana, pensando all’ingresso di Bastia Umbra, niente è cambiato. La rotatoria di via IV Novembre dovrà essere realizzata dall’attuatore del piano PIC, ma non si sa quando, la riqualificazione del mattatoio e della piazza del mercato sono legate ad un altro piano attuativo.

L’amministrazione aveva l’occasione di rivedere la convenzione che dopo un anno non era stata ancora firmata tornando a gestire in proprio gli interventi di riqualificazione sempre più urgenti e necessari. Ma, ancora una volta, ha rinunciato.

Eppure sta constatando che presentando propri progetti qualche risorsa arriva. Negli allegati al documento programmatico 2021/2023 troviamo anche l’indicazione di voler gestire la manutenzione del verde e dei cimiteri con un project, che ci lega per ben 18 anni allo stesso interlocutore, molto probabilmente la soc. Coop. Sopra il Muro che di fatto lo ha proposto. Decisione non condivisibile – spiegano i consiglieri Lega – sia perché ingessa il bilancio con una spessa fissa di circa 500,600 mila euro l’anno) a fronte della fornitura di un servizio (manutenzione del verde) sicuramente di carattere ordinario. Eppure l’assessore Fratellini si lamentava all’inizio del suo mandato da assessore della durata lunghissima del contratto ereditato dall’amministrazione Ansideri per la gestione dei rifiuto appaltato alla Gest”.

Nel consiglio comunale il Gruppo Lega ha presentato tre interrogazioni: Stato dei lavori della nuova scuola di XXV Aprile e della palestra della scuola media e chiarimenti in merito ai ritardi nell’apertura della nuova viabilità dell’area Franchi.

“Dalle risposte ricevute – spiega il Gruppo Lega – è emerso che per la sistemazione ed il completamento della scuola di XXV Aprile dovremmo aspettare, nella migliori delle ipotesi, almeno un altro anno. La società che si era aggiudicata l’appalto ha richiesto il concordato preventivo e l’amministrazione ha intrapreso una azione legale per riprendere la gestione dell’appalto. Stesso discorso per la palestra della scuola media: la volontà dell’amministrazione di ricostruirla con un ampliamento della superficie comporterà un allungamento delle procedure.

Si dovrà infatti approvare in consiglio comunale la variante conseguente. Alla domanda dei motivi che hanno portato alla apertura della viabilità della strada che porta alla stazione ed al collegamento con via del conservificio, con un ritardo di circa di un anno essendo i lavori terminati e collaudati nel Luglio 2019, l’assessore Santoni non ha risposto, mentre l’assessore Francesco Fratellini ha parlato di una interrogazione dettata da una ossessione nel mettere in discussione rispetto al suo operato. I consiglieri della Lega partecipano con attenzione, motivazione e convinzione all’attività amministrativa della città e l’unica ossessione che si può rilevare è quella dell’assessore Fratellini per la sua poltrona”.

1 Commento

  1. Pregiatissima Signora Catia Degli Esposti ( mi rivolgo a Lei in quanto la capa della Lega di Bastia ), leggendo questo suo papiro che in fondo non vuol essere altro che un continuo e lagnoso lamento , mi viene da esporLe un quesito : Quando Lei era in giunta nel precedente governo della città , se non erro era in compagnia di Santoni , Fratellini ed in parte dell’attuale Sindaco Lungarotti .
    Quindi non ho mai letto un suo lamento pubblico sull’operato di queste persone , ora invece non Le vanno più bene .
    Non Le sembra strana questa situazione ? Come mai si domanda la gente di Bastia , ma è semplice la risposta cara Signora , è dura stare all’opposizione , La capisco bene .
    Questa è comunque una mia interpretazione , ma se Lei crede di averne una più calzante la scriva pure su questo spazio , sarebbe interessante . Concludo osservando che il suo periodo di assessore ai lavori pubblici , sarà da me ricordato solamente per aver ricostruito il ponte sul Tescio , ma sarà ricordato per l’obbrobrio di illuminazione che ha fatto realizzare .

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*