Area Pic, M5s, ennesimo passo falso della Amministrazione in urbanistica

 
Chiama o scrivi in redazione


Bastia Umbra, Servi M5S: «Da oggi inizia il nostro lavoro»
Laura Servi e il ministro Di Maio

Area Pic, M5s, ennesimo passo falso della Amministrazione in urbanistica

Dalla Convenzione firmata il 27 giugno 2020, tra il Comune di Bastia Umbra e la Cooperativa Coop Centro Italia, relativa alla cosi detta ‘Area Pic’, leggiamo i seguenti numeri che raccontiamo ai cittadini contribuenti: Il Comune rinuncia ad € 2.640.000 di diritti edificatori per la realizzazione di un supermercato (ulteriore rispetto a quello del Campo Del Mercato ed a quello della area Franchi per un totale 3 nuovi poli commerciali), in cambio di:

  • 1) nuova fonte di Moncioveta;
  • 2) la rotonda che deve sostituire i semafori all’incrocio tra via Silone e via Gramsci;
  • 3) bretella nuova per sostituire quella oggi in servizio all’area semaforica attuale, completa di marciapiedi, fognature ed illuminazione pubblica.

TEMPI: – rinuncia ad € 2.640.000: IMMEDIATA; –

CONSEGNA del comparto finito: DIECI ANNI dalla data della sottocrizione della convenzione, “a meno che non sopravvengano variazioni agli strumenti urbanistici”;

INIZIO LAVORI: “completate le procedure di esproprio”. Il tutto nella perdurante assenza di un nuovo piano regolatore, in “Decennale attesa” e tuttora indietro nella procedura, per la cui attuazione “possiamo stimare almeno un paio di anni”, usando le parole del Vice Sindaco Fratellini.

Il Movimento 5 stelle condivide la diffusa preoccupazione dei cittadini bastioli, riguardo alla stagnante situazione attuale, determinata dalla mancanza di ogni sprint, per una ripresa agile della vita cittadina.

I PAIM non si addicono alla frenesia e all’entusiasmo dei nuovi nascenti piccoli imprenditori, i quali sono delusi da titoloni offensivi del tipo: “Spariranno presto i semafori all’incrocio di via Silone con via Gramsci” e non sono affatto emozionati dalla vigilia per la realizzazione di tre nuovi supermercati. Al posto dell’ennesimo centro commerciale, perchè non realizzare un nuovo polmone verde con la realizzazione di un parco o destinare l’area ad attività sportive, o creare un Polo per le start-up di giovani?. MoVimento 5 Stelle Bastia Umbra

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*