Petizione popolare per Piazza Bruno Buozzi in piazza dello Spedalicchio

Primo firmatario Giancarlo Rinaldi, appassionato protagonista di molte delle vicende politiche e sociali


Scrivi in redazione

Petizione popolare per Piazza Bruno Buozzi in piazza dello Spedalicchio

di Claudia Lucia
Il nome di Piazza Bruno Buozzi di Ospedalicchio ricorre periodicamente nelle cronache locali. Da tempo i residenti chiedono all’Amministrazione comunale un intervento importante di riqualificazione ed arredo urbano, nonché la realizzazione di spazi di parcheggio esterni alla piazza per liberare il centro dalle automobili e soddisfare le esigenze di abitanti ed attività commerciali.

Nella disillusione di lavori spesso annunciati e poi procrastinati, i cittadini avrebbero il desiderio di veder almeno recuperato l’antico toponimo nell’intitolazione della piazza. «Piazza dello Spedalicchio» è il nome chiesto per la piazza grande di Ospedalicchio e la richiesta è partita direttamente dai residenti con una petizione da indirizzare al sindaco Paola Lungarotti ed al presidente del Consiglio comunale cittadino.

Primo firmatario Giancarlo Rinaldi, appassionato protagonista di molte delle vicende politiche e sociali della frazione bastiola, che annuncia anche una prossima assemblea per spiegare a tutti le ragioni storiche della richiesta.

Analogamente all’operazione di intitolazione di piazza Campo del Mercato, già piazza Palmiro Togliatti, prossima al cuore del centro storico di Bastia, in cui il recupero del vecchio toponimo ha ridato spessore e memoria ad un luogo chiave per l’identità e l’economia della comunità, gli Ospedalicchiesi chiedono che la loro medievale piazza venga chiamata con il nome con cui  le più antiche mappe indicano il piccolo borgo incastellato sorto nel corso del Duecento come presidio del Comune perugino sul confine con il territorio di Assisi, ad un tempo fortificazione militare e luogo di accoglienza per i pellegrini.

Dal 1317 il castrum, per volere del Comune di Perugia, venne adibito anche a casa di ospitalità in prossimità del Chiascio per dare ricovero ai viandanti che nelle piene del fiume non avessero potuto valicarlo.

Nasce probabilmente da questo il nome Spedalicchio, per distinguere il piccolo centro da un maggiore ospedale che sorgeva non lontano, a Collestrada. Terminata la funzione militare e divenuto prima centro agricolo ed ora rilevante polo manifatturiero e commerciale, Ospedalicchio, o meglio Spedalicchio, conserva nell’impianto planimetrico, ancora perfettamente leggibile, e nel nome la sua antica vocazione di luogo di ospitalità.

1 Trackback / Pingback

  1. Piazza Bruno Buozzi o dello Spedalicchio, prima fu l'articolo di Lucia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*