Asalb Bastia: partenza thriller, ma vittoria riportata


Scrivi in redazione

Asalb Bastia: parte male il 2016

Asalb Bastia: partenza thriller, ma vittoria riportata
I ragazzi bastioli infatti riescono a vincere la prima partita di campionato con il risultato di 24 a 23

da Alessandro Betti – Partenza subito al cardiopalma per l’Asalb maschile, sabato 21novembre al Pala Mecenate di Arezzo contro il Petrarca pallamano. I ragazzi bastioli infatti riescono a vincere la prima partita di campionato con il risultato di 24 a 23 faticando molto e mantenendo saldi i nervi.

Partita strana: inizio altalenante dove le due compagini, per una decina di minuti,non hanno fatto altro che segnare, subire goal, allungare di due e venir ripresi. Il minuto nove del primo tempo è stato il momento della svolta: il Bastia rimaneva in inferiorità numerica per ben quattro minuti a causa dell’espulsione di Gaetano (forse eccessiva) per proteste nei confronti dell’arbitro (forse eccessive anche queste).

Il momento di difficoltà avrebbe potuto fare naufragare l’Asalb che invece con caparbietà, dedizione, concentrazione e forza di squadra riusciva a difendere forte e persino a segnare in inferiorità così da diminuire il gap. Ritornati pari numero in campo, i bastioli innestavanono il turbo, pareggiavano le reti aretine e si portavano in vantaggio alla fine del primo tempo 14 a 11.
Secondo tempo abbastanza stagnante per i primi tre minuti, con le squadre incapaci di segnare.

Poi l’ Asalb accellerava nuovamente portandosi fino al più otto. Ciò che è accaduto dal diciassettesimo del secondo tempo è da thriller: in tredici minuti i ragazzi di Stipa sciupavano tutto il vantaggio accumulato (e non solo per demeriti propri). A venti secondi dalla fine si era più due con palla in mano all’Arezzo. Ma gli umbri, più forti di tutto e tutti, stoicamente riuscivano a non farsi segnare più di un goal. Triplice fischio, 24 a 23, tutti a festeggiare.

Ottime prove di tutti soprattutto in quel che concerne la fase difensiva, dove con forza, furbizia e spirito di sacrificio per molti tratti di partita gli avversari si sono scontrati contro un muro bianco rosso. Da migliorare la fase offensiva ( se bloccano Rosi è dura per tutti) e la tenuta psicologica di alcuni: la strada è lunga, siamo all’inizio e migliorare con le vittorie è sempre più facile.
Aspettando il risultato dell’under 20, alla ricerca della terza vittoria, ci godiamo un altro “derby” vinto e gridiamo: FORZA ASALB.

Asalb

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*